Afghanistan, Sassoli "Europa non sia spettatore impotente"

·1 minuto per la lettura

RIMINI (ITALPRESS) - "E' chiaro che la drammatica crisi afgana riguarda anche l'Europa. La sconfitta dell'Occidente mette in discussione la nostra identità nel contesto globale. Ma non possiamo diventare spettatori sconcertati e impotenti". Così il Presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli, nel suo intervento al Meeting di Rimini, nel talk dal titolo "Europa, Nazioni, Regioni. Le verticalizzazione del potere?".

"L'indignazione diffusa tra noi - aggiunge - i timori legati alle scelte dei nuovi governanti, le coscienze ferite dei nostri popoli rischiano di disperdersi nell'aria senza un'assunzione di responsabilità comune dell'Europa. Non si tratta certo di separare le due sponde dell'Atlantico ma di comporre un nuovo equilibrio in cui l'Europa riesca a mettere in comune quello che finora non ha fatto: la politica estera e politica di difesa".

(ITALPRESS).

sfe/mgg/red

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli