Afghanistan: Sereni, 'priorità è evacuazione e governo inclusivo'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 24 ago. (Adnkronos) – “La prima urgenza in Afghanistan è concludere l’evacuazione degli stranieri e degli afghani che hanno collaborato con gli occidentali, non solo quelli che hanno lavorato per la coalizione, poiché si avvicina il 31 agosto e bisogna portare a termine questa operazione se non ordinatamente almeno in sicurezza”. Lo dichiara a Radio Anch’io la Vice Ministra degli Esteri Marina Sereni.

“Nell’immediato futuro, bisogna poi premere sui talebani per la formazione di un governo inclusivo che rispetti i diritti delle donne e delle minoranze. Un governo inoltre – aggiunge Sereni – che non deve far ridiventare l’Afghanistan un luogo ameno per le organizzazioni terroristiche internazionali. Su questo il G7 oggi e speriamo il G20 domani dovranno confrontarsi per avere una posizione unitaria”.

Riguardo l’accoglienza degli afghani in fuga nell’Unione Europea, la Vice Ministra degli Esteri auspica “una posizione unitaria dell’Europa, ma come è noto su questo può anche essere presa anche una decisione a maggioranza. Abbiamo un dovere morale di affrontare la questione dell’accoglienza, tenendo conto che la maggior parte degli afghani che deciderà di fuggire lo farà probabilmente nei Paesi limitrofi, con i quali dovremo quindi collaborare. Una parte cercherà di arrivare in Europa. Per evitare che giungano in modo irregolare, è meglio costruire soluzioni regolari, legali, contrattate, in cui ciascun Paese si faccia carico di un pezzo, anche sapendo che su questo, ripeto, alla fine – conclude Sereni – potremmo decidere a maggioranza”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli