**Afghanistan: sindaco leghista Cinisello (Mi), ‘emergenza umanitaria, non mi tiro indietro’**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano 20 ago. (Adnkronos) – “Davanti a un’emergenza umanitaria tutti devono fare la propria parte e anche noi, a Cinisello Balsamo, faremo la nostra. Io non mi tiro indietro assolutamente, perché le immagini che stiamo vedendo tutti i giorni, come quella dei bambini lanciati dall’altra parte dalle mamme, sono strazianti”. Così all’Adnkronos il sindaco leghista del Comune del Milanese, Giacomo Ghilardi, che non ha intenzione di chiudere le porte ai profughi afghani, ma auspica che la loro distribuzione sia coordinata a livello internazionale e nazionale.

“Non si può – sottolinea il primo cittadino – lasciare ai sindaci la decisione ‘accolgo non accolgo’, ma devono esserci comunque un piano mondiale e un coordinamento europeo, perché non posso fare io 100 e quello accanto a me zero, l’Italia 200 e la Germania zero”, questo anche per evitare “l’errore che facciamo quotidianamente” con i migranti ed “essere in grado di poterli seguire, permettendo loro di rialzarsi”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli