Afghanistan, talebani: accordo con leader ribelli Ahmad Massoud

·2 minuto per la lettura

Afghanistan, a quanto apprende l'Adnkronos da fonti afghane in corso di verifica, il Movimento Talebano ha divulgato oggi la notizia di aver raggiunto un accordo con Ahmad Massoud, leader dei "ribelli" del Panjshir, la valle nel nord est del Paese dove si è riunita la resistenza agli studenti coranici. A quanto riferisce intanto la Bbc, i talebani hanno interrotto praticamente tutte le telecomunicazioni e i servizi Internet nella zona.

L'ambasciatore russo a Kabul, Dmitry Zhirnov, ritiene che i talebani potrebbero prendere "in poche ore" la valle. "Penso che possano prendere il Panjshir in un giorno, forse anche poche ore, ma non lo fanno per evitare un bagno di sangue", ha detto l'ambasciatore citato dall'agenzia stampa Sputnik.

I talebani non hanno invece avuto finora nessun incontro con i leader della minoranza sciita degli Hazara in vista della formazione del prossimo governo. Lo rileva su Twitter un giornalista del New York Times, Sharif Hassan, dopo che i talebani hanno detto di preparare il nuovo governo ora che si avvicina la partenza definitiva degli americani, il 31 agosto. Gli Hazara sono un gruppo etnico che risiede prevalentemente nel centro dell'Afghanistan. Sono un'importanze minoranza etnica di otto milioni di persone, che in passato è stata duramente perseguitata dai talebani anche per la loro fede sciita.

Il presidente americano Joe Biden intende ritirare dall'Afghanistan l'ambasciatore e tutto lo staff diplomatico entro martedì. Lo scrive il Washington Post, aggiungendo che non è chiaro se, quando e in che forma, vi sarà una futura presenza diplomatica americana a Kabul.

I talebani hanno espresso interesse al mantenimento di una presenza diplomatica degli Stati Uniti in Afghanistan, ma l'amministrazione Biden non ha ancora preso una decisione in proposito. Così come ci vorrà qualche tempo per decidere se riconoscere un governo dei talebani. Ma intanto l'assenza di rappresentanti degli Stati Uniti potrebbe creare difficoltà nell'assistere chi vorrà lasciare il paese dopo il 31 agosto.

"Stiamo sviluppando un piano dettagliato per vedere come continuare a fornire sostegno consolare e facilitare le partenze di chi vuole andarsene dopo il 31", ha riferito il dipartimento di Stato, spiegando che "si valutano diverse opzioni relative al nostro impegno diplomatico". Ieri un portavoce del dipartimento di Stato ha riferito che vi sono ancora circa 350 americani che vogliono lasciare l'Afghanistan, mentre altri 280 non hanno comunicato le loro intenzioni. Una parte di loro potrebbe avere un doppio passaporto o anche aver già lasciato il paese.

I talebani hanno vietato musica e voci femminili in radio e televisione a Kandahar. Lo riferisce India today, ricordando che dalla presa del potere dei talebani in Afghanistan diverse donne giornaliste non sono più state ammesse al posto di lavoro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli