Afghanistan, talebani assaltano posto di blocco ad Herat: 14 morti

attacco herat

Attaccato un posto di blocco ad Herat, in Afghanistan. Nell’attentato, rivendicato dai talebani, sono morti 14 soldati appartenenti all’esercito filo-governative, mentre altri sette militari sono rimasti feriti.

Talebani attaccano Herat

Grave attacco da parte dei talebani in Afghanistan. Un gruppo armato ha infatti preso d’assalto un checkpoint nella provincia occidentale di Herat. In base alle prime informazioni diffuse da un funzionario afgano, l’attentato ha causato almeno 14 morti. Erano tutti soldati appartenenti alle milizie filo-governative.

L’attacco è stato portato a termine nella serata di martedì 27 agosto 2019 nel distretto di Robat Sangi. Il portavoce del capo della polizia Abdul Ahid Walizada, come riporta la Abc News, in una dichiarazione di mercoledì 28 agosto ha precisato che oltre ai 14 morti si devono aggiungere sette feriti. Le forze afgane non sono invece riuscite ad identificare con certezza il numero di combattenti talebani, che hanno rivendicato l’attacco, rimasti vittime nello scontro.

Secondo attentato in Afghanistan

Poche ore prime invece una bomba piazzata sotto un’auto è stata fatta esplodere a Jalalabad, città dell’Afghanistan orientale e capoluogo della provincia di Nangarhar. A riferirlo, come riporta l’Associated Press, è stato il portavoce del governatore Attaullah Khogynai.

Nell’esplosione è morto un professore universitario e altre due persone che erano a bordo con lui nella vettura. A differenza dell’attacco al posto di blocco di Herat, questo attentato non è stato ancora rivendicato da nessun gruppo terroristico. A Nangarhar oltre ai talebani sono attive infatti anche le milizie legate allo Stato Islamico.