Afghanistan, Talebani: "Attacco a Kabul è colpa degli Usa"

·1 minuto per la lettura

Per l'attacco a Kabul ci sono "due fattori. In primo luogo, è colpa dei soldati americani: hanno fatto venire migliaia di persone all'aeroporto. Era loro responsabilità. Il secondo è che per noi era impossibile garantire pienamente la sicurezza con tutta questa folla". Lo ha dichiarato a France 24 il portavoce dei Talebani, Zabihullah Mujahid, a proposito della strage di giovedì. "Come si fa a filtrare una per una migliaia di persone in uno spazio così piccolo? C'era chi stava arrivando e chi c'era già. Ecco come è passato il kamikaze", ha aggiunto.

Zabihullah Mujahid ha detto che i Talebani "stanno aspettando il 31 agosto" e la "partenza" degli americani per riprendere il controllo dell'aeroporto di Kabul come concordato con gli Stati Uniti. Sottolineando che i Talebani controllano attualmente il 93- 94% di Kabul, il portavoce ha spiegato: "La nostra priorità è il ritorno della sicurezza in questo Paese".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli