Afghanistan, talebani: "Conquistato Panshir". Ribelli: "Falso"

·2 minuto per la lettura

I talebani hanno rivendicato il pieno controllo della Valle del Panshir, l'unica che ancora non era caduta alla loro rapida avanzata per la resistenza degli uomini guidati da Ahmad Massoud. Lo ha dichiarato il portavoce dei Talebani Zabihullah Mujahid, dicendo che "con questa vittoria il nostro Paese è completamente libero" e "uscito dal pantano della guerra".

''Non ci sarà alcuna discriminazione'' e persecuzione nei confronti della popolazione del Panshir, ''ora completamente conquistata e sotto il controllo dell'Emirato islamico dell'Afghanistan'', ha assicurato poi su Twitter il portavoce dei Talebani . ''Garantiamo al popolo del Panjshir che sono nostri fratello e che lavoreremo insieme per un unico Paese e per un obiettivo comune'', ha aggiunto. I Talebani formeranno ''un governo islamico e responsabile'' in Afghanistan, ha detto nel corso di una conferenza stampa il portavoce, aggiungendo come ''i Talebani vogliono buoni rapporti con il mondo''. Una menzione particolare per ''la Cina'', descritta come ''una grande potenza economica'' che ''è molto importante per l'Afghanistan''. Mujahid ha aggiunto che ''l'Afghanistan ha bisogno del suo sostegno per la ricostruzione e lo sviluppo''.

Sull'account di Twitter riconducibile al Fronte di resistenza nazionale, Panjshir_Province, si parla però di "un forte attacco via terra e via aria subito nella notte". "Mentre i talebani lanciano feroci attacchi nel Panjshir, il capo dell'Isi pakistano (i servizi di intelligence di Islamabad, ndr) è a Kabul. Inoltre, il mondo sta a guardare". Ieri sera Massoud si era detto disponibile al dialogo con i Talebani e a mettere fine ai combattimenti nella Valle a patto che loro si ritirassero.

Il Fronte della resistenza nazionale afghana ha poi bollato come ''falsa'' la rivendicazione. "Le forze del Fronte nazionale della resistenza sono presenti in tutte le posizioni strategiche in tutta la valle per continuare a combattere'', si legge sull'account di Twitter delle forze guidate da Ahmad Massoud. ''Garantiamo al popolo afghano che la lotta contro i Talebani ei loro alleati continuerà fino a quando non prevarranno giustizia e libertà'', prosegue il tweet.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli