Afghanistan, talebani: donne protagoniste società ma non ministri

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 2 set. (askanews) - Per il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid le donne sono "protagoniste della società afgana. Abbiamo tantissime donne che lavorano negli ospedali, sono delle bravissime e valide infermiere" ma "non come ministro". In due interviste, su La Repubblica e su La Stampa, i portavoce del movimento spiega quello che accadrà in Afghanistan alle donne e cosa potranno fare.

Nel nuovo governo talebano, "seguendo i comandamenti del Corano e sotto la legge della sharia le donne potrebbero, ad esempio, lavorare nei ministeri, nel corpo della polizia o, ad esempio, nella magistratura come assistenti".

Le studentesse potranno accedere all'universotà e "speriamo di avere molte brillanti studentesse che onorino l'Afghanistan in tutto il mondo".

"Abbiamo già permesso alle donne nel settore pubblico di riprendere i loro posti di lavoro. Vogliamo solamente capire come categorizzare i loro lavori e come creare spazi di lavoro che proteggano la loro salute fisica e psicologica".—

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli