Afghanistan, i talebani sfidano Ghani: strage a comizio elettorale

Coa

Roma, 17 set. (askanews) - Due atacchi a distanza di poche ore. Una strage durante un evento elettorale con il presidente Ashraf Ghani; un'esplosione in pieno centro a Kabul. Così il movimento dei talebani ha rilanciato il suo guanto di sfida alle autorità dell'Afghanistan, a 11 giorni dal voto per le presidenziali nel Paese. Almeno 30 persone sono rimaste vittime in questo duplice attentato, rivendicato dai ribelli che - in vista del voto e nel tentativo di boicottarlo - hanno anche interrotto i colloqui di pace con gli Stati Uniti.

Nella provincia di Parwan, nell'Afghanistan centro-settentrionale, almeno 24 persone sono morte e 30 sono rimaste ferite a una manifestazione elettorale con il capo dello Stato. Una bomba sarebbe stata nascosta in un'auto della polizia, all'ingresso della sede in cui era in programma l'evento. Ma la dinamica resta comunque ancora poco chiara. Secondo un funzionario afgano a innescare l'ordigno sarebeb stato infatti un attentatore suicida. Ghani, che sta cercando un secondo mandato quinquennale, era appena arrivato a Charikar, capitale della provincia, dov'è avvenuto l'attacco. Il presidente era vicino, ma è rimasto illeso ed è statao trafserito in tutta fretta in un luogo sicuro.(Segue)