Afghanistan: Tortu, 'vietare sport alle donne significa privarle di un diritto fondamentale'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 9 set. (Adnkronos) – "Vietare lo sport alle donne significa privarle di un diritto fondamentale, tra tutti gli altri che sono loro negati. Purtroppo non stiamo parlando di politica dello sport o di parità di diritti per gli atleti". Lo dice all'Adnkronos Filippo Tortu, medaglia d'oro nella staffetta 4×100 alle Olimpiadi di Tokyo 2020, in merito alla decisione dei talebani di vietare alle donne afghane di praticare sport perché giudicato non necessario e inappropriato.

"Qui si tratta di una partita molto più importante che riguarda la tutela dei diritti umani e che ritengo sia fondamentale che l'Occidente affronti per non lasciare solo un popolo che sta gradualmente perdendo ogni libertà", ha aggiunto il velocista azzurro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli