Agata Reale: "Ecco cosa ha fatto Maria De Filippi quando ho scoperto la leucemia"

Agata Reale De Filippi
Agata Reale De Filippi

Agata Reale, ex talento di Amici, ha parlato della sua battaglia contro la leucemia, svelando che Maria De Filippi le è stata molto vicina. La conduttrice e il suo staff hanno fatto di tutto per aiutarla, facendole un regalo bellissimo.

Agata Reale: cosa ha fatto Maria De Filippi per lei

Poco più di un anno fa, Agata Reale ha confessato di avere una leucemia promielocitica. Oggi può dire che il peggio è passato. Ha finito l’ultimo ciclo di chemio, ma è stata una battaglia difficile. Oltre al marito, l’ex talento di Amici ha potuto contare anche su Maria De Filippi e tutto il suo staff. Agata ha raccontato:

“Devi sapere che il giorno in cui io sono entrata in ospedale mio marito era davvero disperato. La prima cosa che ha fatto era cercare aiuto per capire se era possibile avere qualche medico, quale luminare più… lui contattò proprio Luca Zanforlin. Lui fu il primo ad Amici a sapere della mia malattia e ti dico che sono stati tutti eccezionali“.

Maria De Filippi e il suo staff vicini ad Agata

La Reale ha proseguito:

“Appena Maria De Filippi l’ha saputo, ma anche Mauro Monaco e tutto il team, si sono subito prodigati per aiutarmi. Hanno dovuto mandare il cartaceo e hanno cercato dei professori. Devo dire che sono stati eccezionali. Il mio medico poi io lo adoro e mi ha salvato la vita con il suo team”.

La De Filippi e tutto il suo staff hanno fatto il possibile per sostenere Agata durante la malattia. Non solo, Maria ha fatto all’ex talento un regalo inaspettato.

Il regalo di Maria De Filippi

La Reale ha confessato che la conduttrice di Amici le ha fatto un regalo bellissimo. Ha raccontato:

“Poi confesso che ho avuto un bel regalino, un regalo molto bello. E non solo, Maria mi ha mandato anche un messaggio molto, molto bello, che ho molto apprezzato. Era una lettera d’incoraggiamento, mi ha scritto che mi era vicina, di non mollare, che lei sapeva che sono una ragazza forte. Questa cosa non l’avevo mai detta”.

Agata ha concluso ammettendo che la leucemia l’ha fatta sentire discriminata in diversi contesti. “Bisognerebbe capire che i malati sono persone normali. Se uno vuole fare e lavorare lasciatelo fare normalmente“, ha sottolineato con una punta di amarezza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli