Aggredirono troupe di ‘Striscia', 3 misure cautelari

webinfo@adnkronos.com

Tre misure cautelari per l’aggressione alla troupe televisiva di ‘Striscia la Notizia’ avvenuta il 26 settembre scorso a Pescara. Al termine delle indagini, i carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo hanno notificato una ordinanza applicativa di obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria nei confronti di tre uomini, G.S., 29enne, A.D.R, 40enne e R.D., 44enne, tutti con precedenti e residenti nel quartiere di Rancitelli.  

Il 26 settembre i militari del Nucleo Investigativo erano intervenuti in via Tavo, arrestando una residente per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti; proprio mentre la donna veniva portata in caserma, familiari e conoscenti avevano cominciato a inveire contro gli operatori televisivi che stavano girando un servizio per documentare le dinamiche socio-criminali del quartiere. La tensione è poi salita e una folla di residenti si è radunata in strada, davanti al complesso residenziale noto come “ferro di cavallo”.  

I tre hanno rincorso e aggredito i componenti della troupe televisiva - uno dei quali venne colpito con calci all’addome - tentando di strappare dalle mani di un cameraman la telecamera. Inoltre, mentre l’operatore tentava di allontanarsi salendo a bordo del furgone, uno degli aggressori ha preso a calci lo sportello della vettura colpendo l’uomo alle gambe. 

I carabinieri intervennero tempestivamente a difesa dei giornalisti interrompendo l’aggressione ed evitando che la situazione degenerasse ulteriormente. Fondamentale per la ricostruzione degli eventi è stata l’analisi dei video registrati dalla stessa troupe televisiva che ha consentito di identificare i tre responsabili.