Aggredita giornalista di Rainews24 durante il corteo no Green Pass di Roma

·2 minuto per la lettura
Antonella Alba (Photo: Rai News24)
Antonella Alba (Photo: Rai News24)

Una giornalista di Rainews24, Antonella Alba, è stata aggredita e ferita ieri sera durante la manifestazione contro il Green pass a Roma. “Solidarietà alla collega Antonella Alba aggredita ieri sera durante la manifestazione contro il Green pass che ha attraversato le strade della città in direzione della sede Rai di Viale Mazzini - si legge in una nota del Cdr di Rainews24e - alla quale erano presenti esponenti di Forza Nuova. “Giornalista terrorista!” hanno risposto alcuni dei manifestanti alla domanda sul perché stessero partecipando al corteo. Poi, nel tentativo di strapparle il telefonino, hanno causato alcune ferite alla collega. L’episodio non ha avuto peggiori conseguenze grazie alla presenza delle Forze dell’Ordine prontamente intervenute. È grave - scrive il cdr di Rainews24 - che una giornalista sia aggredita da coloro che usano come slogan ‘Libertà, Libertà’. Sosterremo Antonella Alba in ogni sede per difendere il lavoro dei giornalisti e il diritto dei cittadini ad essere informati”.

Molti esponenti politici hanno mostrato solidarietà verso la giornalista aggredita. ″È vergognosa - scrivono in una nota in una nota, i parlamentari del MoVimento 5 Stelle in Commissione di Vigilanza Rai - l’aggressione subita dalla giornalista di RaiNews24, Antonella Alba, a cui va tutta la nostra solidarietà, mentre svolgeva il suo lavoro. Assistiamo ad episodi di violenza da parte chi sostiene di manifestare in nome di libertà e democrazia. È inaccettabile”.

“Piena e forte solidarietà alla giornalista di Rainews24 Antonella Alba vittima di un’inaccettabile aggressione durante la manifestazione dei ‘no green pass’ alla quale ieri hanno preso parte anche esponenti dell’estrema destra - ha scritto in una nota la capogruppo Pd in commissione di vigilanza Rai Valeria Fedeli - I termini usati contro la cronista, le minacce, il tentativo di strapparle di dosso il telefonino si qualifica come un reato di cui i responsabili dovranno rispondere. In democrazia nessuno può e deve permettersi di impedire il diritto dovere di informare e di svolgere il proprio prezioso e necessario ruolo e lavoro per la collettività. La libertà di manifestazione non è mai libertà di violenza”.

Il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Mariastella Gelmini ha scritto su Twitter: “Un gazebo del Movimento cinque stelle assaltato a Milano, una giornalista di RaiNews24 ferita a Roma. Libertà di manifestare e di esprimere le proprie opinioni, ma i violenti e i facinorosi vanno isolati e perseguiti. Solidarietà agli aggrediti. Green pass”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli