Aggredita a Roma l’inviata di Matrix: ecco il momento dell'aggressione in diretta alla giornalista Francesca Parisella

Aggredita a Roma l'inviata di Matrix: urla e grida, la fuga, poi...È successo tutto in diretta

Sono stati attimi di paura e panico per l’inviata di Matrix Francesca Parisella che, il 3 maggio, è stata aggredita in diretta fuori dalla stazione Termini di Roma mentre era in collegamento con Nicola Porro su Canale 5.

Com’è possibile vedere da un breve filmato pubblicato sull’account ufficiale Fb della trasmissione di approfondimento, l’inviata di Matrix stava facendo un reportage sui clochard e sulla sicurezza in una metropoli come la capitale quando è spuntato un malintenzionato alle sue spalle che ha fortemente danneggiato la telecamera e aggredito la giornalista.

Urla e grida non sono mancate in quei concitati momenti, mentre Nicola Porro dallo studio invocava l’intervento della polizia. Provvidenziale, nell’attesa dell’arrivo delle forze dell’ordine, l’aiuto di un tassista che ha messo in fuga l’aggressore e dato una mano alla troupe di Matrix.

La Parisella ha raccontato dopo essersi ripresa dallo spavento:

“Siamo stati aggrediti ma stiamo bene. Eravamo a distanza per raccontare che tipo di accoglienza possiamo dare, si sono infastiditi e ci hanno aggrediti. Mi hanno rincorsa e preso per la giacca. Adesso c'è la polizia e si è ristabilita la normalità. Ci hanno rotto la telecamera”.

Il conduttore di Matrix, invece, ha puntualizzato:

“Non volevamo invadere nessuno, la nostra inviata si è trovata in una situazione che succede a molti di noi alle undici e mezza in una stazione italiana. Uno come quello di questa sera non dovrebbe essere un reportage in zona di guerra. Grazie a un tassista, se no sarebbe finita molto peggio”.



'MI VOLEVA UCCIDERE', ANCHE LEI PICCHIATA A SANGUE DAL CLOCHARD: SHOCK PER L'ATTRICE

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità