Aggrediti operatori sanitari a Napoli, Borrelli: condanna esemplare

Cro/Mpd

Napoli, 15 set. (askanews) - "A poche ore di distanza dall'aggressione avvenuta all'ospedale Vecchio Pellegrini ecco subito un'altra, ancora più grave, all'ospedale San Paolo. Ormai lavorare negli ospedali campani è come stare in trincea. Voglio esprimere la mia totale solidarietà al ginecologo e all'ostetrica del nosocomio di Fuorigrotta aggrediti, stando a quanto reso noto dal quotidiano Il Mattino, da un energumeno che aveva accompagnato la moglie in stato di gravidanza per un controllo. La concomitanza con altri due ricoveri, ritenuti dai sanitari più gravi, ha fatto scattare la follia. Calci e pugno all'indirizzo dei medici e poi la fuga dall'ospedale. Un drammatico clichet che si ripete troppo spesso. Ribadisco ancora una volta che senza presìdi fissi delle forze dell'ordine nelle strutture ospedaliere, la situazione è destinata a peggiorare". Lo ha dichiarato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della commissione Sanità.

"Chiedo una condanna esemplare per l'autore di questa vile aggressione - ha proseguito Borrelli - che, come richiesto anche per i protagonisti dell'episodio del Vecchio Pellegrini, deve essere condannato anche per interruzione di pubblico servizio, oltre al risarcimento economico per i danni arrecati alle persone e alla struttura".