Aggredito primario al Loreto mare, Fnomceo: solidarietà non basta più

Cro-Mpd

Roma, 1 ott. (askanews) - "Siamo vicini al primario dell'ospedale Loreto Mare, aggredito e minacciato da un paziente, e agli altri professionisti strattonati e schiaffeggiati, alla collega insultata poche ore prima all'Ospedale del Mare oltre che a tutto l'Ordine dei Medici di Napoli. Ma la solidarietà non basta più, non basta da molto tempo: occorre una forte presa d'atto e assunzione di responsabilità da parte della Politica, che deve tutelare in ogni maniera la sicurezza e la vita di tutti coloro che garantiscono il diritto alla salute dei cittadini".

È questo l'appello lanciato dal Presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici, Filippo Anelli, all'indomani del grave episodio di violenza ai danni di alcuni medici e infermieri dell'Ospedale Loreto Mare di Napoli: un paziente in attesa ha aggredito un medico e alcuni infermieri, inveendo poi contro il primario che era intervenuto per difenderli e minacciandolo di aspettarlo fuori dall'ospedale per accoltellarlo. Si tratta, secondo quanto denuncia l'associazione "Nessuno tocchi Ippocrate", della ottantaquattresima aggressione contro un operatore sanitario avvenuta nella provincia dall'inizio dell'anno. Poche ore prima, una donna medico di un altro ospedale napoletano era stata aggredita da una paziente.(Segue)