Aggressione a un’anziana a Palermo: calci e pugni in un parcheggio

Aggressione anziana Palermo

Paura a Palermo, dove un’anziana di 73 anni è stata vittima di un’aggressione da parte di un automobilista che l’ha presa a calci e pugni durante una lite per un parcheggio. Non appena ha iniziato ad urlare per chiedere aiuto, l’uomo è fuggito.

Aggressione a un’anziana a Palermo

Teatro del brutale episodio verificatosi domenica 16 febbraio 2020 è stata la via Francesco Crispi del capoluogo siciliano nei pressi di uno degli ingressi al porto. Qui la donna, una 73enne residente a Bivona, stava parcheggiando quando un automobilista, probabilmente contendente dello stesso parcheggio, ha iniziato ad instaurare una discussione con lei.

Alle parole sono immediatamente seguiti calci e pugni in testa e all’addome. La signora ha così iniziato a gridare per attirare l’attenzione e chiedere aiuto alle persone presenti. Temendo conseguenze, l’uomo è salito subito a bordo della sua auto ed è fuggito.

Non appena giunti sul posto, i sanitari del 118 l’hanno portata all’ospedale Vila Sofia per essere curata e medicata. Qui il personale l’ha tenuta in osservazione per tutta la giornata e fino alle 22:00 per essere certo che le botte ricevute non le avessero provocato un trauma cranico e addominale. Su di lei ha eseguito tutte le analisi comprese tac e radiografie per accertare eventuali fratture. Fortunatamente la donna è in buone condizioni ed stata dimessa con una prognosi di cinque giorni.

In ospedale ha poi raccontato quanto successo. I medici hanno quindi chiamato le forze dell’ordine che, dopo averla ascoltata, hanno avviato le indagini per identificare l’aggressore.