Aggressione per strada: 25enne incinta perde il bambino

aggressione per strada

La 25enne Lauren Reece Flay era appena uscita dalla stazione ferroviaria di Southfield, quando all’improvviso è stata aggredita per strada nella serata di venerdì 13 settembre. Dopo l’aggressione, la donna avrebbe raccontato di aver visto l’uomo che l’ha attaccata mentre era sul treno, cosa che fa pensare che proprio a bordo del mezzo l’uomo abbia scelto la sua vittima. Lauren è riuscita a riprendersi, ma ha perso il bambino che portava in grembo a causa dei calci e dei pugni che l’uomo le ha inferto sulla pancia.

Aggressione per strada, donna perde bambino

Ero all’inizio della gravidanza. L’avevamo scoperto solo qualche giorno prima” ha detto la donna ancora sotto choc per l’accaduto. Lauren avrebbe riconosciuto e poi descritto l’uomo che l’ha attaccato: sembra fosse un uomo bianco, sui vent’anni, di corporatura magra. Indossava una giacca nera, pantaloni sportivi grifi e un cappellino da baseball nero. “Prendo sempre il treno delle 20.48 e quella sera c’era un uomo sui 20 anni che si comportava in modo strano, ma non ci ho pensato troppo. Si è seduto vicino a me e ha continuato a fissarmi“. A quel punto Lauren ha capito che c’era qualcosa di strano e nello scendere dal treno ha cercato di accelerare il passo sperando che l’uomo prendesse una strada diversa, ma lì è avvenuta l’aggressione.

LEGGI ANCHE: Picchia la moglie anche durante le cure oncologiche, arrestato

Calci al petto e alle gambe

La donna è stata aggredita all’improvviso ricevendo calci e pugni al petto e alle gambe, subendo la rottura di due costole e riportando diversi lividi. “Non aveva alcun segno distintivo o tatuaggio. Non sono più uscita di casa da quando è successo. Non ti aspetteresti mai che succeda“. La polizia nel frattempo ha lanciato un appello, sollecitando chiunque abbia visto qualcosa o possa aiutare le indagini a mettersi in contatto la polizia.

LEGGI ANCHE: Milano: aggredisce donna con coccio di vetro, bengalese arrestato