Aggressione a poliziotti, arrestato un 23enne irregolare

aggressione poliziotti

Nella serata di ieri, mercoledì, quando erano circa le 23, alcuni agenti della Polizia di Rimini sono stati aggrediti mentre effettuavano un controllo di routine. Stando a quanto riferito da una nota diramata proprio dalla Polizia, la pattuglia ha notato un 32enne albanese che indicava un un secondo soggetto che si stava mettendo in fuga velocemente dicendo che si trattava di un uomo che aveva appena messo in atto un tentativo di rapina ai danni di una 46enne. Gli agenti avrebbero quindi individuato l’uomo intimandogli lo stop, ma quest’ultimo li avrebbe aggrediti con violenza con calci e pugni.

Aggressione a poliziotti a Rimini

Due agenti sono stati aggrediti da un ghanese 23enne poi risultato irregolare sul territorio italiano. In serata infatti alla pattuglia era stato segnalato un tentativo di rapina ai danni di una donna da parte di un soggetto che ancora si stava allontanando dal luogo dell’aggressione. Stando a quanto riferito da un testimone, infatti, l’aggressore avrebbe assalito alle spalle una donna che stava caricando in macchina alcuni oggetti personali utilizzando un coltello. I poliziotti si sono dunque messi sulle tracce dell’uomo, intimandogli quindi di fermarsi. È a quel punto che il 23enne li avrebbe aggrediti in maniera violenta cercando addirittura di morderli. I due agenti, al termine della colluttazione sono comunque riusciti a contenere l’ira del giovane e lo hanno fermato.

Arrestato per tentata rapina

Dopo aver perquisito il giovane, gli uomini hanno trovato alcuni involucri contenenti marijuana e un coltello a serramanico, utilizzato per aggredire la donna poco prima. Il 23ene è stato quindi fermato per tentata rapina aggravata, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, porto abusivo di armi e detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.