Aggressione razzista a tassista indiano: arrestati due 18enni a Roma

aggressione razzista roma

Aggressione razzista a Roma. L’episodio è avvenuto nei confronti di un tassista di origine indiana da parte di 3 ragazzi che avrebbero picchiato e insultato il guidatore, rubandogli poi il cellulare e l’incasso giornaliero. Fermati i primi due responsabili, si cerca il terzo.

Aggressione razzista a Roma

Ennesima aggressione razzista, questa volta avvenuta a Roma. Protagonista della vicenda un tassista 57enne di origini indiane, aggredito durante un turno serale da 3 ragazzi a bordo di un’auto. Secondo le ricostruzioni da parte dei Carabinieri, i 3 avrebbero tagliato la strada al taxi in via Satirico, imboccando successivamente contromano la circonvallazione Appia per raggiungerlo in piazza Finocchiaro Aprile. Lì sarebbe iniziata l’aggressione a seguito di numerosi insulti razzisti: calci e pugni al taxi, poi la violenza sull’uomo, fino a rubargli il cellulare e l’incasso della giornata prima di darsi alla fuga. I responsabili sono due fratelli di 18 e 19 anni, fermati. Caccia al terzo uomo di cui non si conosce ancora l’identità.

L’arresto degli aggressori

Grazie a un video girato da un passante, i Carabinieri del commissariato San Giovanni sono però riusciti a rintracciare la targa dell’auto degli aggressori, risalendo successivamente all’identità del guidatore: scoperta la vettura in prossimità di un hotel presso via Praia a Mare – dove i 2 fratelli soggiornavano – si sarebbero presentati alle porte dell’abitazione sorprendendo la coppia. All’interno dell’appartamento trovati numerosi panetti di droga, un estrattore di fumo e 15 barattoli contenenti fertilizzante minerale. Nell’auto sarebbero state trovate altre sostanze stupefacenti insieme al cellulare del tassista. Messi al vaglio i due telefoni dei ragazzi, le forze dell’ordine avrebbero trovato al loro interno numerosi messaggi relativi all’attività di spaccio e una foto di una grossa somma di denaro. I due, arrestati, sono ora sotto accusa per rapina con aggravante d’odio razziale e detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, mentre si cerca ancora il terzo uomo. La sindaca Virginia Raggi, attraverso un tweet, si è così espressa sull’accaduto: “Un’aggressione razzista e una rapina ai danni di un tassista indiano. Chi commette simili atti non è degno di essere cittadino romano. Grazie alla Polizia di Stato per avere rintracciato gli aggressori. @Roma non tollera alcuna forma di violenza”.