Aggressione in stazione, assalto a due donne: arrestato

webinfo@adnkronos.com

Ha spinto giù dalle scale una giovane studentessa, poi senza motivo ha colpito con un pugno una pendolare. Due aggressioni violente, avvenute lunedì scorso, riprese dalle telecamere a circuito chiuso del sottopassaggio ferroviario della stazione di Lecco. In manette è finito un 24enne originario del Togo, in Italia senza regolare permesso di soggiorno. 

“La gestione dei migranti è anche un problema di sicurezza pubblica della quale il nuovo Ministro dell’Interno deve farsi carico”, il commento del sindacato di polizia Consap dopo l'episodio. 

“Il nuovo ministro dell’Interno Luciana Lamorgese - afferma Cesario Bortone, segretario generale nazionale della Consap - certo sensibile al tema dei migranti, deve valutare attentamente il problema della sicurezza. Purtroppo questi migranti non sono sempre e solo bambini e donne incinte alla fonda davanti ad un porto, ma anche energumeni che vanno fermati e rispediti a casa senza 'se' e senza 'ma'”. 

"L’impegno delle forze di polizia nel contrasto è costante e fruttuoso ma la mancanza della certezza della pena scaturente dalla farraginosità normativa vigente rischia di vanificare tutti gli sforzi di donne e uomini della Polizia di Stato", continua il sindacato. "Nell’esprimere un augurio di pronta guarigione alle vittime la Confederazione Sindacale Autonoma di Polizia punta anche il dito sulla necessità di potenziare il controllo del territorio". 

"La carenza di personale, ormai cronica e maggiormente avvertita in realtà medio piccole come Lecco, impediscono un’efficace azione di prevenzione, soprattutto quando si verificano episodi come questo, assolutamente imprevedibili - prosegue Consap - Ma l’impegno e il sacrificio di questi colleghi, che hanno arrestato in brevissimo tempo l’aggressore, va adeguatamente motivato e tutelato: temi come i fondi il rinnovo del contratto ma anche la fornitura massiva di dispositivi di sicurezza - come i giubbotti di protezione sottocamicia, necessari nei tanti episodi di aggressione che si sono verificati, diversamente da questo caso, con armi da taglio e da fuoco -, devono entrare prepotentemente nell’agenda del nuovo titolare del Viminale". 

"Anche questo è un modo per combattere le devianze legate all’invasione indiscriminata ed incontrollata che si è verificata in questi anni- conclude il sindacato di polizia - per affrontare, come dicono nel nuovo governo, 'il tema dell’immigrazione a 360°'". 

 

  • Alena Seredova è incinta: “Quando l’amore regala la vita”
    Notizie
    notizie.it

    Alena Seredova è incinta: “Quando l’amore regala la vita”

    Con un tenero scatto via social Alena Seredova ha rivelato di aspettare un figlio da Alessandro Nasi: per lei si tratta del terzo.

  • "Mamma sto benone ma mandami da mangiare", lettera dal lager
    Notizie
    Adnkronos

    "Mamma sto benone ma mandami da mangiare", lettera dal lager

    di Ileana Sciarra L'Alzheimer ha cancellato i ricordi e forse anche l'orrore di chi è stato deportato in un campo di concentramento. Giuseppe Realmuto venne colpito dalla malattia ad appena 60 anni, ma la memoria dei giorni da soldato trascorsi al fronte, a 'resistere', e da prigioniero in un campo di concentramento tedesco con la 'colpa' di aver combattuto la Germania nazista è impresso nelle lettere che inviava alla sua famiglia. Realmuto è tra i 600mila soldati italiani che hanno 'resistito' ricordati dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo discorso al Quirinale per il 'Giorno della memoria'. E' scomparso nell''88, ma domenica scorsa la Prefettura di Palermo ha consegnato alla sua famiglia la medaglia d'onore. Il pronipote, 6 anni, l'indomani ha raccontato a scuola di quella medaglia: ''Maestra, mio nonno era un eroe!". Dal lager dove era rinchiuso Realmuto scriveva alla sua famiglia tacendo l'orrore che viveva e che vedeva attorno a sé. "Sono prigioniero dal 27 settembre - si legge in uno stralcio della missiva datata 20 dicembre 1943 in possesso dell'Adnkronos - e ringrazio il buon Dio godo di ottima salute. Mamma, siccome il comando tedesco mi diede il permesso di potermi inviare dei pacchi, prego al più presto di spedirmelo e cercare di inviarmi cose da mangiare e 'sicarette', però prima di tutto roba da mangiare".  Realmuto aveva fame e tanta. Quando tornò a casa nel '45 - a Baucina, paesino alle porte di Palermo - era ridotto una larva, pesava appena 40 kg. Dei giorni all'"inferno" non voleva parlare, solo il nipote più grande ne custodisce i racconti, dalle bucce di patate che era costretto a mangiare ai compagni che vedeva morire attorno a sé.  "La Giornata della memoria quest'anno è stata per la nostra famiglia più importante del solito - spiega all'Adnkronos la nipote, Valentina Pinello - E' il ricordo e il riconoscimento della partecipazione di mio nonno alla guerra e alla resistenza che l'Alzheimer aveva cancellato e che adesso la medaglia ci ha in parte restituito".

  • La preghiera del 'Padre Nostro' cambia
    Notizie
    AGI

    La preghiera del 'Padre Nostro' cambia

    Il "Padre Nostro" cambia. La modifica della preghiera, voluta da Papa Francesco, non avrà più l'invocazione a Dio 'non indurci in tentazione' ma 'non abbandonarci alla tentazione'. Monsignor Bruno Forte, arcivescovo di Chieti-Vasto, presidente della Conferenza abruzzese-molisana e noto teologo, annuncia a Vatican News che "il Messale con la nuova versione del Padre Nostro" uscirà "qualche giorno dopo la prossima Pasqua". L'uso liturgico "sarà introdotto a partire dalle messe del 29 novembre di quest'anno, prima domenica d'Avvento". La modifica, spiega, è stata resa necessaria "per una fedeltà alle intenzioni espresse dalla preghiera di Gesù e all'originale greco". In realtà l'originale greco usa un verbo che significa letteralmente 'portarci, condurci'. La traduzione latina 'inducere' poteva richiamare l'omologo greco. Però, in italiano 'indurre', prosegue monsignor Forte, vuol dire 'spingere a..' in sostanza, far sì che ciò avvenga, "e risulta strano che si possa dire a Dio 'non spingerci a cadere in tentazione'.Insomma, la traduzione con 'non indurci in...' non risultava fedele". Si tratta di "un interrogativo che si sono posti anche episcopati di tutto il mondo", aggiunge. Ad esempio, in spagnolo, lingua più parlata dai cattolici nel pianeta, "si dice 'fa che noi non cadiamo nella tentazione'. In francese, dopo molti travagli, si è passati da una traduzione che era 'non sottometterci alla tentazione' alla formula attuale che e' 'non lasciarci entrare in tentazione'.Dunque - sottolinea Forte -, l'idea da esprimere è questa: il nostro Dio, che è un Dio buono e grande nell'amore, fa in modo che noi non cadiamo in tentazione. La mia personale proposta è stata che si traducesse in 'fa che non cadiamo in tentazione' però dato che nella bibbia Cei la traduzione scelta è stata 'non abbandonarci alla tentazione' alla fine i vescovi per rispettare la corrispondenza tra il testo biblico ufficiale e la liturgia hanno preferito quest'ultima versione".

  • Il relitto del Titanic urtato da un sottomarino
    Notizie
    Adnkronos

    Il relitto del Titanic urtato da un sottomarino

    Il relitto del Titanic è stato urtato da un sottomarino, ma l'incidente, avvenuto lo scorso anno, è stato tenuto segreto. A riportare la notizia è il Telegraph, che ha avuto accesso ai documenti relativi ad un procedimento penale in corso negli Stati Uniti. A scontrarsi a 3.800 metri di profondità nell'Atlantico del Nord con il relitto del più celebre transatlantico della storia è stato un mezzo sottomarino da 35 milioni di dollari, noleggiato dalla Eyos Expeditions, un tour operator con sede nell'Isola di Man, che organizza viaggi avventurosi per aspiranti (e ricchi) esploratori.  I fatti risalgono allo scorso luglio, quando a causa di "correnti intense e altamente imprevedibili" il pilota del sottomarino ha perso il controllo del mezzo, urtando il relitto. A bordo si trovavano anche scienziati della Newcastle University e si trattò del primo contatto con il relitto del Titanic in quasi 15 anni. La spedizione fece anche notizia, quando al suo ritorno rivelò tra l'altro che la famosa vasca da bagno del capitano era scomparsa all'interno del relitto, sempre più deteriorato. Al Telegraph il capo della spedizione, Rob McCallum ha confermato che ci fu un "contatto" con il Titanic, sulla fiancata di dritta, a causa delle forti correnti oceaniche, ma che i danni apportati al relitto furono di lieve entità.  La vicenda della collisione è emersa nell'ambito della battaglia legale in corso per decidere il futuro del Titanic, ad oltre un secolo di distanza dall'inabissamento del transatlantico. Il mese prossimo la Rms Titanic Inc, società Usa specializzata nel recupero di relitti, chiederà ad un giudice di un tribunale della Virginia il permesso per recuperare dal relitto alcuni manufatti, tra i quali un telegrafo Marconi definito la "voce del Titanic".  La società statunitense è dal 1994 l'unica entità legalmente autorizzata a rimuovere oggetti dal sito, ma finora non aveva mai espresso il proposito di avvalersi di questo diritto. Ad opporsi alla rimozione di manufatti del Titanic è la National Oceanic and Atmospheric Administration (Noaa), l'agenzia meteorologica statunitense, a sua volta responsabile della protezione dei relitti che giacciono in profondità. La Rms Titanic Inc ha fatto la prima mossa, contestando la giurisdizione della Noaa sul relitto del Titanic Nella complicata vicenda legale, la Rms Titanic Inc ha accusato l'agenzia Usa e la Eyos Expeditions di avere nascosto per mesi la notizia della collisione con il relitto. Di qui, la richiesta di fornire spiegazioni al tribunale. La prima udienza del caso è fissata per il 20 febbraio. Se la Rms Titanic avrà la meglio, l'azienda ha già annunciato che prevede di prelevare i primi manufatti dal relitto a partire da questa estate.

  • Stefano e Belen lasciano l’Italia? La risposta della coppia
    Notizie
    notizie.it

    Stefano e Belen lasciano l’Italia? La risposta della coppia

    Dopo i guai giudiziari sembra che Belen e Stefano abbiano deciso di lasciare l'Italia, e avrebbero già deciso dove trasferirsi.

  • Assalto su A1, polizia: tre portavalori attaccati da 18 banditi
    Notizie
    Askanews

    Assalto su A1, polizia: tre portavalori attaccati da 18 banditi

    Tra Cerro al Lambro (Milano) e Lodi Vecchio. Bruciate 13 auto

  • Chi è Federica Fumagalli: cosa fa la fidanzata di Luigi Berlusconi
    Notizie
    DonneMagazine

    Chi è Federica Fumagalli: cosa fa la fidanzata di Luigi Berlusconi

    Federica Fumagalli è la fidanzata di Luigi Berlusconi, ultimogenito di Silvio e Veronica Lario. Cosa sappiamo di lei?

  • Codice della strada, ecco cosa cambierà
    Notizie
    motor1

    Codice della strada, ecco cosa cambierà

    Si torna a parlare di limiti di velocità a 150 km/h in autostrada, divieto di fumo per chi è alla guida e niente smartphone

  • Laura Chiatti ha rifatto il seno? La dichiarazione dell’attrice
    Notizie
    notizie.it

    Laura Chiatti ha rifatto il seno? La dichiarazione dell’attrice

    Laura Chiatti ha rifatto il proprio seno? E' stata la stessa attrice a chiarire i dubbi dei fan in merito alla questione rispondendo alle domande.

  • Tina Cipollari a una festa: interviene la polizia
    Notizie
    notizie.it

    Tina Cipollari a una festa: interviene la polizia

    La polizia ha bloccato Tina Cipollari e le altre persone che erano con lei durante una festa in limousine per i quartieri di Napoli.

  • Nuova Mercedes Classe S, la prima foto senza camuffature
    Notizie
    motor1

    Nuova Mercedes Classe S, la prima foto senza camuffature

    La mascherina è tutta nuova e ci sono luci led che abbracciano il paraurti

  • Sex Toys, nasce un progetto tutto Italiano: il nuovo Network Love Deal.
    Notizie
    Adnkronos

    Sex Toys, nasce un progetto tutto Italiano: il nuovo Network Love Deal.

    Il primo incontro ha registrato il tutto esaurito. Tantissime le novità presentate dal brand italiano dedicato alla cura del benessere sessuale e del corpo.  Roma, gennaio 2020 - Lo scorso sabato 25 gennaio presso le sedi di MSX Distribution a Guidonia, in provincia di Roma, si è tenuto l’evento inaugurale del nuovo brand Love Deal. Il nuovo marchio unisce le potenzialità della piattaforma e-commerce con un innovativo canale di vendita. Alle spalle del progetto c’è l’azienda leader di settore in Italia nel mercato dei sex toys: MSX Distribution.  All’evento hanno presenziato, oltre ai soci e ai collaboratori dell’azienda, i nuovi incaricati del Network, chiamati Love Dealers. Cospicua è stata anche la partecipazione di semplici curiosi o interessati alla nuova idea di business proposta con il progetto Love Deal.  I lavori della giornata di sabato si sono aperti con una panoramica sul mercato dei sex toys, sulla sua continua evoluzione e sull’aumento esponenziale del fatturato annuo. Contemporaneamente è stato proiettato il video di presentazione aziendale, che ha introdotto ai presenti la vision e la caratteristiche del brand. Successivamente si è svolta una presentazione dettagliata dei prodotti oggetto delle vendite, che potete trovare al sito www.lovedeal.it .  La vendita dei prodotti avviene attraverso il format già sperimentato con successo degli incontri a tema, con un numero di partecipanti che può variare da 3 a 6. Questa metodica è stata individuata dall’azienda come il luogo più proficuo e intimo dove sessualità e business possono incontrarsi.  Oltre a un’opportunità di guadagno infatti, Love Deal si propone anche come portatore di un messaggio importante: quello del benessere sessuale come componente fondamentale delle vita di ognuno.  L’evento non è stato solo conoscitivo, ma anche un momento di confronto in cui nella pratica gli incaricati hanno ricevuto nozioni base sul sistema di Network e sui vari step da seguire per aumentare le provvigioni ed ampliare il loro business in autonomia, ma sempre avendo alle spalle il supporto aziendale. Inoltre sono state fornite delle linee guida per un utilizzo ottimale delle piattaforme Social al fine di incrementare il proprio business.  La giornata si è conclusa con una breve intervista al CEO di MSX Distribution Simone Bonura, attraverso la quale gli invitati hanno potuto conoscere il percorso personale, imprenditoriale e la vision innovativa dell’azienda.  La prima Convention nazionale è prevista per i giorni 23 e 24 maggio, sempre a Roma, per lanciare le altre novità che Love Deal ha in serbo per il 2020.  LOVE DEAL: Love Deal è l’occasione per avviare una carriera di successo indipendente, supportato da professionisti della vendita e della comunicazione. Un love shop online a tua completa disposizione, un ampio catalogo di prodotti selezionati e un’opportunità di guadagno semplice e immediata. Leader nella produzione e nella vendita di love toys, abbigliamento intimo e cosmetici Love Deal è un brand di proprietà di MSX Distribution, azienda punto di riferimento del mercato dal 2005 in Italia ed Europa.  Una compagnia solida, con esperienza decennale nella produzione, nella vendita e nella logistica. Una garanzia reale di eccellenza e affidabilità dalla formazione al management. Sito web: www.lovedeal.it

  • Gf Vip, la dichiarazione di Antonio Zequila a Clizia: le parole
    Notizie
    notizie.it

    Gf Vip, la dichiarazione di Antonio Zequila a Clizia: le parole

    Attimi di romanticismo tra Antonio Zequila e Clizia Incorvaia al Grande Fratello Vip: il gieffino si è dichiarato.

  • "Se il virus cinese avesse il 3% di mortalità, sarebbe una catastrofe", dice Burioni
    Notizie
    AGI

    "Se il virus cinese avesse il 3% di mortalità, sarebbe una catastrofe", dice Burioni

    "Se una malattia ha il 3% di mortalità ed è molto diffusa è una catastrofe. La Spagnola nel 1918 ha avuto il 2% di mortalità. Ai seimila casi diagnosticati bisognerebbe aggiungere come minimo uno zero. Non abbiamo farmaci, non abbiamo vaccini". Il professor Roberto Burioni, virologo, è intervenuto nel corso del programma "Genetica Oggi" su Radio Cusano Campus."Spero di sbagliarmi ma non credo che il vaccino contro il coronavirus possa essere pronto entro un anno o comunque molti mesi. Ho la sensazione che questa epidemia dovremo affrontarla con quello che abbiamo. Non abbiamo farmaci, non abbiamo vaccini, ma abbiamo la possibilità di fare diagnosi e noi in Europa dobbiamo mettere tutto il nostro impegno nell'ostacolare la diffusione".Burioni ha agigunto che "il virus in Italia non c'è, quello che bisogna fare è non andare in Cina o in altre zone in cui il virus è presente e verificare le persone che tornano dai luoghi contaminati". E riguardo i seimila casi di cui si è detto, "questo è un numero che non sta né in cielo né in terra. Come minimo ci va un altro zero, come minimo. Dalla Cina non arrivano purtroppo dati attendibili. La mortalità del 3%, come detto da alcuni, sarebbe una mortalità altissima. Se una malattia ha il 3% di mortalità ed è molto diffusa è una catastrofe, non è poco, noi speriamo sia molto di meno. La Spagnola nel 1918 ha avuto una mortalità fra il 2 e il 3% Spero sia più bassa alla luce di tanti casi non diagnosticati e che sfuggono al controllo cinese".Infine il commento al fatto che oggi una comunicazione del governo indiano consiglia l'omeopatia per contrastare l'infezione da coronavirus: "Questa volta non si scherza più, questa volta entra in gioco il darwinismo se qualcuno fa il cretino. Quello che ci può salvare la pelle è la scienza e nient'altro". "Senza senso evitare ristoranti cinesi""È necessario ribadire che la situazione merita tutta la nostra attenzione e non deve essere sottovalutata, però non ha nessun senso in questo momento evitare i cinesi, i ristoranti cinesi o i quartieri cinesi in Italia. L'unica cosa che deve essere evitata sono i viaggi in direzione della Cina, o in altre zone a rischio", avava scritto poco prima Burioni sul suo sito Medical Facts, a proposito del virus che si sta diffondendo dalla Cina."Avevamo ragione - commenta ancora Burioni - e questa volta ci dispiace perché avremmo preferito avere torto. Dieci giorni fa molti affermavano che il rischio di arrivo in Europa di questo coronavirus fosse minimo e invece è arrivato. Altri dicevano che il virus sarebbe rimasto circoscritto; al contrario si sta diffondendo in Cina, nonostante la quarantena piu' immensa che la storia dell'uomo ricordi. Abbiamo sempre detto che i numeri cinesi erano poco affidabili e che era meglio non fidarsi, ora è evidente a tutti che le cose stanno effettivamente così". "Epidemia globale, bene l'Oms che ha alzato il rischio a elevato""Tutto il mondo è a rischio per il nuovo coronavirus e quando l'Oms ha valutato il rischio come 'moderato' sono rimasto un po' perplesso", ha aggiunto all'AGI Burioni, riferendosi al fatto che l'Organizzazione mondiale della sanità abbia corretto la sua valutazione sulla situazione relativa al rischio per il coronavirus cinese, elevandolo da "moderato" ad "alto"."È ormai evidente che siamo di fronte a un rischio globale: sono stati registrati diversi casi negli Stati Uniti, in Francia, in Australia. L'epidemia è ormai in corso", aggiunge il virologo. "Non so come questo cambio di valutazione da parte dell'Oms si traduca in termini pratici", ammette."Ma credo che la situazione attuale richieda ai paesi di tutto il mondo, compreso il nostro, di essere pronti a fare di tutto per controllare l'eventuale diffusione del coronavirus", aggiunge. In che modo? "Non andando in Cina e controllando chi arriva dalla Cina. Tutto questo con una maggiore intensità rispetto a prima", sottolinea Burioni. "è imperativo fare in modo di abbassare il più possibile - dice - il tasso di riproduzione del virus che, dalle stime attuali, sembra attestarsi intorno al 2,6 per cento. Questo significa che un paziente contagia mediamente 2,6 persone".

  • Estorsione mafiosa, arrestata l'ex consigliera regionale del Lazio
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Estorsione mafiosa, arrestata l'ex consigliera regionale del Lazio

    Ma il movimento di "Cambiamo! Con Toti" nega che la Cetrone abbia ricoperto incarichi nazionali e regionali.

  • Gf Vip, lite tra Adriana Volpe e Rusic: “La maestra falla con Magalli”
    Notizie
    notizie.it

    Gf Vip, lite tra Adriana Volpe e Rusic: “La maestra falla con Magalli”

    Volano scintille tra Adriana Volpe e Rita Rusic al Grande Fratello Vip: la produttrice ha accusato la collega di averla mandata in nomination.

  • Emilia Romagna, Scanzi: "Salvini ha pagato errore citofono"
    Notizie
    Adnkronos

    Emilia Romagna, Scanzi: "Salvini ha pagato errore citofono"

    In Emilia Romagna "ha perso Salvini e ha vinto un'idea diversa della politica, più che la sinistra. Salvini ha perso perché nei giorni finali ha sbagliato tutto: l'errore del citofono lo ha pagato a caro prezzo così come le uscite deliranti del vice sceriffo più che del vice sindaco di Ferrara Nicola Lodi, quello che è andato in tv a dire vi faremo un c...così". Lo dice il giornalista Andrea Scanzi analizzando, a Otto e Mezzo su La7, il risultato delle elezioni regionali in Emilia Romagna.  "Salvini ha mobilitato anche quelli che non erano convinti né nei confronti di Bonaccini né nei confronti del Partito Democratico. Ma non ha vinto il Pd e men che meno la linea nazionale del Pd, ove esistente. Ha vinto Bonaccini, che incarna una sinistra diversa e che ha governato benissimo in Emilia Romagna -prosegue Scanzi-. Parliamoci chiaro, faceva ridere dover scegliere tra Borgonzoni e Bonaccini. Nell'aspetto organizzativo è come scegliere tra Jimi Hendrix e Povia...Se il Pd è convinto di aver risolto tutti i problemi non ha capito niente e rimette in gioco Salvini".

  • Giulia De Lellis senza veli: la foto infiamma i social
    Notizie
    notizie.it

    Giulia De Lellis senza veli: la foto infiamma i social

    Uno scatto di Giulia De Lellis ha fatto impazzire i fan: l'influencer si è concessa un bagno notturno completamente senza veli.

  • Marito sviene in sala parto, la moglie scatta selfie /Foto
    Notizie
    Adnkronos

    Marito sviene in sala parto, la moglie scatta selfie /Foto

    Lui sviene in sala parto, la moglie -sdraiata- lo fotografa divertita. L’emozione di diventare genitore ha colto di sorpresa un neo papà: mentre la compagna dava alla luce il loro primo figlio, l’uomo ha perso i sensi in sala parto. La donna, come ricostruisce notizie.it, non si è persa d’animo e ha catturato l’esilarante momento in un selfie. Pubblicato sui social, lo scatto ha conquistato innumerevoli commenti scherzosi. La foto è stata pubblicata su Instagram: un uomo steso a terra circondato da medici. Si tratta di un neo papà che si è fatto prendere dall’emozione della nascita del primo figlio. Stava assistendo la moglie nel momento del parto, ma è stato lui ad aver bisogno di soccorso. L’uomo ha perso i sensi in sala parto e il selfie lo ritrae circondato dagli ostetrici divertiti dall’ironia della situazione. La foto è stata scattata dalla moglie stessa, che dopo aver dato alla luce il bambino, non ha perso l’occasione di farsi beffe del “debole” partner. Pubblicato sui social, lo scatto ha attirato innumerevoli commenti. Gli utenti hanno colto l’ironia del momento, facendo battute sull’episodio. “Doveva assistere se stesso” recita un commento. “Povero ragazzo, non aveva idea di cosa sarebbe successo” continua un altro. E ancora: “Lo mostreranno al figlio quando sarà più grande”. Una donna coglie poi il punto della situazione: “Questa foto spiega il motivo per cui siamo noi a dare la vita, siamo senza dubbio più forti“.

  • Tortelloni al prosciutto crudo richiamati: possibile contaminazione microbiologica
    Notizie
    notizie.it

    Tortelloni al prosciutto crudo richiamati: possibile contaminazione microbiologica

    Il Ministero della Salute ha disposto il ritiro dal mercato dei tortelloni al prosciutto crudo Fior di Pasta venduti dalla catena Penny Market.

  • Virus Cina, oltre 130 morti. "Picco tra 10 giorni"
    Notizie
    Adnkronos

    Virus Cina, oltre 130 morti. "Picco tra 10 giorni"

    Sale il bilancio delle vittime da coronavirus di Wuhan. Stando agli ultimi dati diffusi dalla Commissione sanitaria nazionale di Pechino, i morti sono 132 e i casi di contagio 6.078 a livello nazionale. In conseguenza della diffusione del nuovo virus, la British Airways e la Lufthansa hanno sospeso tutti i voli diretti per la Cina continentale. la compagnia britannica ha anche sospeso le prenotazioni sul suo sito fino a marzo, a seguito delle disposizioni del Foreign Office che ha messo in guardia contro i viaggi esortando a limitarsi "ai soli viaggi essenziali".E, sempre in risposta alla diffusione del coronavirus, gli stabilimenti di produzione della Toyota in Cina rimarranno chiusi fino al 9 febbraio, secondo quanto ha annunciato la casa automobilistica giapponese.Anche Starbucks prende provvedimenti: la catena statunitense di coffee shop ha chiuso "più della metà" dei suoi 4.300 negozi in Cina a seguito dell'epidemia e ha avvertito che la situazione del gigante asiatico avrà un impatto sui conti annuali, anche se ha espresso la sua fiducia che ogni potenziale effetto sia "temporaneo". Inoltre la società, ha detto il responsabile dello sviluppo internazionale di Starbucks, John Culver, sta valutando la situazione con le autorità cinesi ogni giorno. EMIRATI ARABI - Intanto il ministero della Salute degli Emirati Arabi Uniti ha reso noto che quattro cittadini cinesi di una stessa famiglia sono state contagiate dal nuovo coronavirus. Lo riporta l'agenzia di stampa Wam, citando una nota del ministero della Sanità di Abu Dhabi. La Wam ha quindi precisato che si tratta di turisti provenienti da Wuhan, dove è stato riscontrato il primo caso, e che sono arrivati negli Emirati il 16 gennaio. ''La situazione sanitaria generale non è motivo di preoccupazione'', ha aggiunto il ministero. E mentre l'Italia è al lavoro per un ponte aereo per i connazionali che si trovano a Wuhan, anche l'Australia sta mettendo a punto le operazioni di evacuazione dei propri cittadini.  AUSTRALIA - Ad annunciarlo è stato il premier Scott Morrison, precisando che verrà creata una zona di quarantena sulla Christmas Island, nell'Oceano Indiano, per ospitare tutte le persone evacuate per il periodo di 14 giorni previsto come tempo massimo di incubazione: "Puntiamo in particolare ai componenti più vulnerabili di quella popolazione, i bambini, soprattutto neonati". Già 400 cittadini australiani si sarebbero registrati chiedendo di essere evacuati da Wuhan e dalla zona circostante. Cinque persone, 4 uomini e una donna, studenti universitari, sono sotto trattamento ricoverati in ospedali australiani per il coronavirus. Sono tutti in condizioni stabili. FILIPPINE - Anche il governo di Manila è pronto a rimpatriare i cittadini filippini dalla città di Wuhan e dalle altre zone della provincia cinese maggiormente colpita dalla diffusione del nuovo coronavirus. Il Dipartimento Affari Esteri di Manila ha annunciato in nottata che i filippini che desiderino rientrare verranno rimpatriati nel rispetto delle norme cinesi sul contenimento della malattia e del necessario periodo di quarantena, una volta ottenuto il via libera delle autorità di immigrazione. Sui 300 filippini residenti nella provincia di Hubei, compresi i 150 a Wuhan, 50 hanno espresso il desiderio di rientrare, ha reso noto il governo di Manila. "Ci sono due velivoli charter in standby, pronti a partire per prelevare i nostri cittadini dopo la luce verde delle autorità cinesi". GIAPPONE - Intanto 5 dei 206 cittadini giapponesi evacuati dalla città cinese di Wuhan sono stati ricoverati in ospedale con sintomi della malattia. A renderlo noto è stato il governo nipponico, precisando che in quattro dei cinque pazienti sono insorte febbre e tosse ma che le loro condizioni non appaiono così gravi. Il quinto, ha riferito l'agenzia Kyodo, è stato trasferito in un altro ospedale di Tokio.

  • Schianto in galleria all’altezza di San Teodoro sulla 131 dcn: muore 24enne
    Notizie
    notizie.it

    Schianto in galleria all’altezza di San Teodoro sulla 131 dcn: muore 24enne

    Tragico incidente stradale nella notte fra martedì e mercoledì 29 gennaio: un giovane di 24 anni ha perso la vita in uno schianto in galleria.

  • Non gli aprono conto corrente, lancia molotov contro banca
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Non gli aprono conto corrente, lancia molotov contro banca

    Un uomo ha lanciato una bottiglia incendiaria contro l'ingresso dell'agenzia della Banca popolare dell'Emilia Romagna di Vibo Valentia, dandosi poi alla fuga. Tratto in salvo dai Vigili del Fuoco l'unico dipendente presente in quel momento nell'istituto di credito.

  • Forte terremoto nei Caraibi fra Cuba, Cayman e Giamaica
    Notizie
    Askanews

    Forte terremoto nei Caraibi fra Cuba, Cayman e Giamaica

    Il sisma di magnitudo 7.7 registrato a 10 Km di profondità

  • Suicidio a Firenze, un tedesco di 35 anni si getta dal ponte Vespucci
    Notizie
    notizie.it

    Suicidio a Firenze, un tedesco di 35 anni si getta dal ponte Vespucci

    Suicidio a Firenze, dove un 35enne tedesco si è gettato dal ponte Vespucci, sbattendo sul selciato della pista in cemento ai lati dell'Arno