Aggressione sull’autobus a Roma: autista preso a pugni in faccia

aggressione autobus

Ennesimo aggressione su un autobus a Roma. La vittima in questo caso è un autista romano colpevole di aver svegliato un passeggero 18enne che si era addormentato a bordo del veicolo. Il triste episodio ieri sera intorno alle 23 su un mezzo della linea 993 fermo al capolinea di Circonvallazione Casilina. Immediata la condanna di Virginia Raggi: “Episodio inaccettabile“.

Aggressione sull’autobus a Roma

Paura nella serata di ieri a Roma per il conducente di un autobus del servizio pubblico che si è ritrovato vittima di una violenta aggressione a pugni in faccia. Giunto al capolinea, l’uomo si è reso conto che un giovane passeggero si era addormentato sul mezzo ed è andato così a svegliarlo per avvertito che la corsa era giunta al termine. Il 18enne, però, di origini turche, non ha gradito l’avviso e ha reagito sferrando un pugno al volto dell’autista. Immediato l’intervento dei sanitari del 118 che hanno medicato la vittima e lo hanno poi trasportato all’ospedale San Carlo. Il giovane è stato bloccato e denunciato per minacce e lesioni aggravate dagli agenti del commissariato Primavalle.

Il commento di Virginia Raggi

L’episodio è stato duramente condannato dalla sindaca Raggi: “L’aggressione ai danni di un autista di un Atac avvenuta questa notte è inaccettabile – ha detto Virginia Raggi su Twitter -. Il responsabile è stato rintracciato e denunciato. Auguro all’autista una rapida ripresa e ringrazio tutti i conducenti che ogni giorno svolgono il loro lavoro con responsabilità e impegno“.