Aggressione in una bar a Pompei, pregiudicato colpisce barista per il conto: i dettagli

·2 minuto per la lettura
Aggressione Pompei
Aggressione Pompei

Un’aggressione in piena regola è avvenuta nel bar santuario a Pompei, in provincia di Napoli. Un uomo ha aggredito un barista che, al momento del pagamento, gli avrebbe chiesto due euro. L’aggressore ha invece consegnato un euro, da lì in poi il battibecco. La notizia è stata lanciata da Magazine Pragma.

Aggressione a Pompei

Accomodatosi al tavolino l’uomo ha infatti preteso di pagare un euro invece dei due richiesti dal barista per il servizio offerto. Il rifiuto della persona presente in sala avrebbe dato il via alle minacce e successivamente all’aggressione. Schiaffi in pieno volto e momenti di panico. La vicenda è accaduta il 4 giugno 2021. Dopo alcuni mesi è giunta l’ordinanza di custodia cautelare del tribunale di Torre Annunziata. La persona che ha aggredito il lavoratore all’interno del bar sarebbe un pregiudicato accusato di tentata estorsione e lesioni personali aggravate.

Aggressione a Pompei, cosa è accaduto

A causa dell’aggressione avvenuta a giugno 2021 l’uomo dovrà presentarsi quotidianamente presso la polizia giudiziaria. Dopo quanto accaduto sul posto erano comunque giunti i carabinieri allertati da alcuni dipendenti del locale. Per il barista colpito dall’uomo soltanto qualche ecchimosi causata dagli schiaffi.

Aggressione a Pompei, le altre novità

Un’aggressione omofoba è avvenuta invece in Olanda: la denuncia arriva da un padre di nome Paul che parla di quanto accaduto alla figlia e lo ha fatto su LinkedIn. “Noi come la famiglia Brink siamo rimasti positivamente sorpresi da tutte le reazioni affettuose sia in patria che all’estero” ha scritto l’uomo sui social. La polizia dell’AIA si è subito attivata per risalire all’autore del gesto. Nel suo post su LinkedIn il padre Paul Brink ha detto che l’attacco è avvenuto ad Amstelveen, alla periferia di Amsterdam, dopo che un ragazzo ha urlato: “Sei un ragazzo o una ragazza?”. Sua figlia ha risposto dicendo: “Non importa“.

Un ragazzo è stato invece picchiato a Napoli da tre persone. L’aggressione è avvenuta in via Giuseppe Pica, vicino a piazza Garibaldi. La situazione è molto preoccupante per quanto riguarda questi episodi di violenza. Un cittadino ha ripreso la scena e ha inviato il filmato, in cui si vede tutto il pestaggio, al consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli. Quest’ultimo lo ha diffuso in Rete e consegnato alle autorità competenti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli