Agricoltura, Coldiretti: patto del pecorino per produzione Lazio -2-

Nav

Roma, 21 dic. (askanews) - "E' dunque evidente - spiega Coldiretti Lazio nella nota inviata ai rappresentanti della Grande Distribuzione - che, ripercorrendo le tracce della tradizione, il tema della difesa dei prodotti laziali è qualcosa di più che una questione campanilistica o legata a qualche bilancio. A tal proposito potremmo sottolineare che oggi la scelta di puntare sui prodotti locali resta strategica perché costituiscono una quota di mercato in continua crescita e questo nonostante il perdurare della crisi. Ma non è questo il punto, non solo almeno.

Fermiamoci a riflettere e guardiamo con attenzione: in questo momento nel Lazio rischiamo di essere fagocitati dal mercato e di perdere la nostra storia che è il valore più importante che gli stessi consumatori riconoscono e ci riconoscono. Fatto, questo, acclarato anche grazie ai numeri che ci vengono offerti dall'andamento dei mercati contadini dove chi compra vuole avere la certezza di dare un contributo che vada oltre il proprio acquisto, che sostenga il territorio e salvi le tradizioni. La certezza di una acquisto etico. E noi tutti, compreso la Gdo, abbiamo la responsabilità di porci come potente mezzo culturale a difesa dei valori che i consumatori e tutti noi amiamo". Da qui la richiesta avanzata da Coldiretti Lazio alla Gdo: un tavolo di confronto "per creare una progettualità significativa per costruire il futuro di tutta la filiera e per il nostro territorio".