Agricoltura, Confeuro: bio può soddisfare fabbisogno alimentare europeo

·1 minuto per la lettura

"L'agricoltura biologica è in grado di soddisfare il fabbisogno alimentare europeo, abbattendo al tempo stesso le emissioni di gas serra e l’inquinamento idrico". Lo sottolinea Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro.

"La diffusa convinzione che solo l'agricoltura intensiva e il massiccio impiego di pesticidi possano garantire cibo per tutti è messa in seria discussione da uno studio del National Center for Scientific Research (Cnrs), realizzato in collaborazione con tre università europee, il Joint research centre (Jrc) e l’Ispra. Secondi i ricercatori è concretamente possibile rimodellare l’agroalimentare europeo adottando pratiche sostenibili, un obiettivo da molti considerato ancora troppo ambizioso", continua Tiso.

Tra i passaggi fondamentali per realizzare questa trasformazione "ci sono la riduzione degli allevamenti intensivi, la rotazione delle colture e un ritorno al giusto rapporto tra animali e campi. L'agricoltura biologica potrebbe in questo modo sfamare l'intera Europa nel 2050, che per quella data dovrebbe arrivare a contare 600 milioni di abitanti. Per riconvertire l'agricoltura europea serve insomma una trasformazione radicale, ma si tratta di uno sforzo che verrebbe ripagato con gli interessi", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli