Agricoltura sempre più 4.0: il digitale arriva nell'agrifood -2-

Red/Apa

Roma, 4 nov. (askanews) - Ma è l'Agricoltura 4.0 - l'utilizzo di diverse tecnologie interconnesse per migliorare resa e sostenibilità delle coltivazioni, qualità produttiva e di trasformazione, nonché condizioni di lavoro - l'ambito di maggior fermento, con oltre 300 soluzioni 4.0 già disponibili, orientate soprattutto all'agricoltura di precisione e in misura minore all'agricoltura interconnessa (il cosiddetto Internet of farming), impiegate dal 55% di 766 imprese agricole intervistate nella ricerca, con l'età e il titolo di studio che non influiscono significativamente sull'adozione di soluzioni 4.0.

In questo contesto favorevole, anche le startup che propongono soluzioni digitali al settore agricolo e agroalimentare proseguono nella loro spinta innovativa: sono 500 le startup nel mondo, per un totale di 2,9 miliardi di dollari di investimenti raccolti, attive soprattutto in ambito eCommerce (65%) e Agricoltura 4.0 (24%). L'Italia si colloca davanti a tutti gli altri Paesi Europei per numerosità, ma con appena 25,3 milioni di euro di finanziamenti (pari all'1% del finanziamento complessivo) appare ancora marginale per capacità di raccogliere capitali.

"L'agricoltura sta affrontando due sfide importanti per mantenere la competitività del settore: da una parte ridurre i costi ed aumentare la redditività, dall'altra produrre di più e valorizzare maggiormente i propri prodotti - ha detto il presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti -. In tale contesto l'innovazione in generale e le tecnologie digitali sono strategiche, soprattutto in un Paese come l'Italia in cui si punta sempre più verso un sistema alimentare inclusivo, efficiente, sostenibile, nutriente e sano. Ma è anche oramai indiscusso il ruolo dell'innovazione e delle tecnologie digitali per la sostenibilità ambientale delle imprese agricole. Produrre di più utilizzando meno risorse: è il tema che rappresenta la stella polare dell'attività di Confagricoltura di oggi e di domani. Perché soltanto un'agricoltura che punti all'innovazione sarà capace di superare le future sfide e di soddisfare le aspettative della società".(Segue)