Agrifish, il Mipaaf supporta richieste Croazia per zone rurali

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 26 gen. (askanews) - La Croazia ha riferito all'Agrifish, sotto la presidenza portoghese, svoltosi in videoconferenza nella giornata di ieri, sui danni causati dalle scosse di terremoto che nelle giornate del 28 e 29 dicembre scorsi hanno colpito le regioni centrali del paese, in un'area prevalentemente rurale e agricola. Le devastanti ripercussioni si sono sommate alle già gravi conseguenze della pandemia Covid-19.

"Esprimo la più sentita partecipazione al Governo croato da parte dell'Italia e rivolgo il commosso pensiero alle famiglie delle vittime, anche nel segno di una forte vicinanza tra i nostri Paesi - ha dichiarato il sottosegretario alle Politiche Agricole, Giuseppe L'Abbate - Anche noi nell'agosto 2016, a seguito dei gravi eventi sismici del Centro Italia, chiedemmo alla Commissione maggiore flessibilità, in particolare nei tempi di erogazione degli anticipi PAC, nell'applicazione delle regole sugli aiuti di Stato, oltre ad una rimodulazione straordinaria delle risorse destinate all'Italia nell'ambito dello sviluppo rurale. L'aiuto straordinario per il settore zootecnico è stato sicuramente il più efficace - ha proseguito L'Abbate - e ha contribuito a frenare l'esodo da un territorio caratterizzato da condizioni sociali ed economiche particolarmente fragili. Diamo il pieno supporto dell'Italia, quindi, alla richiesta della delegazione croata".