Agroalimentare, al via protocollo intesa Accademia tartufo e Ais -2-

Red/Apa

Roma, 22 gen. (askanews) - "E' un patto per il Made in Italy che narra bellezza, due istituzioni illuminate, che sanno regalare stile e cultura a tavola", ha commentato con grande entusiasmo Giuseppe Cristini, presidente dell'Accademia del tartufo". Al suo fianco è intervenuto il direttore Davide Feligioni: "AIT e AIS da sempre sostengono che il Made il Italy a tavola, declinato in ogni sua forma, rappresenta un'offerta esclusiva pressoché unica in grado di unire food, cultura e ambiente in un contesto inscindibile".

Questo accordo apre la strada a un confronto lungimirante: "L'AIS ha accolto con convinzione la proposta di questo protocollo per il contributo che il mondo dei sommelier può dare nel racconto del territorio e di chi lo anima - ha continuato Antonello Maietta, presidente Associazione Italiana Sommelier-.

Questo connubio nasce nel rispetto dell'ambiente e della salvaguardia della biodiversità, in linea con il messaggio che la nostra associazione vuole dare in vista della nostra prossima Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell'Olio, in programma il 9 maggio. La nostra manifestazione, della quale celebreremo il decimo anniversario, sarà dedicata proprio al tema della biodiversità".

E di biodiversità ha parlato anche il presidente di Cia-Agricoltori Italiani Dino Scanavino: "Questo protocollo d'intesa promuove due eccellenze del Made in Italy, tartufo e vino, che ben rappresentano la grande biodiversità dell'agroalimentare tricolore. Non sono soltanto due testimonial dell'enogastronomia nazionale, conosciuti e amati in tutto il mondo, ma simboleggiano anche gli elementi portanti del bosco e del vigneto, protagonisti della storia del nostro territorio e della maestosità del paesaggio agrario".