Ai Musei capitolini in mostra 100 progetti di sviluppo urbanistico della capitale

·2 minuto per la lettura

Dal nuovo quartiere generale dell'Istat a Monti Tiburtini firmato da un team di studi tra cui Abdr Architetti associati al progetto di restyling di piazza dei Cinquecento targato Tvk e It's, fino alla ristrutturazione dell'Arsenale clementino pontificio a Porta Portese, futura nuova sede della Quadriennale, firmata dallo studio romano Insula. Circa 100 progetti, firmati da studi internazionali ed italiani, di rigenerazione urbana per rendere Roma una città più sostenibile e attrattiva. E' 'Roma, l’Eternità nel Futuro', la mostra che fino al 31 ottobre si potrà visitare, con ingresso gratuito, ai Musei capitolini.

I progetti, già presentati a inizio settembre al Mipim di Cannes, sono raggruppati in sette aree tematiche. Attraverso rendering, video e disegni, si illustrano le trasformazioni che stanno coinvolgendo e coinvolgeranno l’intera città. Si parte da La città e il suo mare (Sea District), che da Ostia conduce alla monumentale realtà architettonica dell’Eur, lungo la direttrice di via Cristoforo Colombo. Si attraversa poi la sezione Il nostro sud (South Modern District), concentrata sul quartiere Ostiense e la sua archeologia industriale nata fra il XIX e il XX secolo. Si procede con S.M.I.L.E – La ferrovia che unisce la città (Railway Circle Line), che perlustra i progetti tesi a mettere in risalto la centralità e l’attrattività dei nodi ferroviari. Poi con il decisivo distretto de Il Polo Est (The East Pole), fulcro di una nuova polarità urbana da raggiungere attraverso la riorganizzazione organica e funzionale del quadrante Tiburtina/Pietralata. Con Tante città in una (Geo Areas) vengono raccontati, invece, i mille volti della Capitale attraverso le sue comunità, gli spazi di aggregazione culturali e sociali, i programmi di rigenerazione in tutta la città. La città olimpica (Olympic Vision District) racconta invece l’idea di sviluppo del quartiere Flaminio, tra i più dinamici della città grazie al fermento culturale dei suoi spazi architettonici e artistici. In chiusura, la sezione Al Centro del futuro (Eternal District), con i progetti che, nel rispetto della tradizione, proiettano il centro storico di Roma verso una nuova idea di nucleo urbano.

Promossa da Roma Capitale con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura e la progettazione di Studio Visuale, la mostra si snoda in un percorso quasi completamente digitale. Tutti i progetti esposti sono corredati di un proprio codice QR che permette di accedere ad una scheda on line, con testi più dettagliati, altri video ed immagini e l’elenco completo dei crediti di ciascun progetto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli