AI Week, i co-founder: “L’intelligenza artificiale è un valore aggiunto anche per le PMI”

ai week
ai week

Inizia oggi, 9 maggio, l’AI Week, la settimana dedicata all’intelligenza artificiale, giunta quest’anno alla sua terza edizione. Giacinto Fiore e Pasquale Viscanti, co-founder dell’evento, a Notizie.it hanno spiegato in cosa conquiste quest’evento, che cos’è l’intelligenza artificiale, a ch e punto siamo e come questa tecnologia si evolverà in futuro.

“La settimana dedicata all’AI nasce proprio per poter dare in una settimana le migliori use cases italiane” spiega Giacinto Fiore. “Siamo giunti alla terza edizione dell’AI Week”, continua Pasquale Viscanti, “e l’obiettivo è esattamente cercare di capire come l’intelligenza artificiale può entrare ed essere usata anche nelle tante PMI italiane. Abbiamo superato i 5mila iscritti tra cui ci sono imprenditori e manager di ogni categoria e settore. Noi li chiamiamo pionieri, visionari: sono coloro che vogliono scoprire come la tecnologia può diventare un valore aggiunto”.

Ma a che punto è oggi l’AI? “Molti pensano all’AI associandola al mondo dei robot a cui siamo destinati a soccombere. C’è molta confusione” commenta Fiore. “In realtà l’AI è semplicemente un software, un algoritmo che viene applicato all’interno delle aziende per togliere un po’ di quel lavoro noioso che ora fa l’essere umano o potenziando le abilità dell’essere umano“. “L’intelligenza artificiale ci consente anche di prendere decisioni più velocemente, in maniera più accurata perché analizza più dati rispetto all’essere umano e in meno tempo” aggiunge Viscanti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli