AIBVC: si torna in campo con le Club Series, ecco la serie A

·2 minuto per la lettura

È tempo di tornare a schiacciare sulla sabbia, non importa se estate o inverno perché la grande passione che anima i beacher di tutta Italia non guarda le condizioni climatiche o le stagioni. Anche perché l’Associazione Italiana Beach Volley Club è pronta a mettere sul piatto un’offerta di grande visione. Si era detto “si giocherà tutto l’anno”, la promessa è stata largamente mantenuta. Così ecco l’edizione 2021-2022 delle Club Series, sempre sotto l’egida ASI, riservate alle società di tutta la nostra Penisola. La grande novità riguarda l’istituzione di una serie A con le migliori realtà nazionali che, in base ai risultati già conseguiti, si sfideranno per il titolo. Ma tutte le altre che non rientrano nella prima categoria possono partecipare alla serie B e avere l’opportunità di vincere il campionato e accedere alla stessa serie A, che avrà le sue retrocessioni.

NUMERI STELLARI Ogni mese si avrà un appuntamento, si partirà con le fasi territoriali fino ad arrivare alle finali fissate per la prima decade di maggio. I numeri di questa seconda edizione delle Club Series sono stellari. Ben 50 società iscritte (a rappresentare 16 regioni), mentre a scendere in campo in tutte le categorie, comprese quelle giovanili, saranno ben 280 squadre con un incremento rispetto alla passata stagione del 35% e con un potenziale di 1500 atleti per ogni appuntamento (ogni squadra potrà esser composta da 4 a 6 elementi).

SOVVENZIONE Un’altra, grande, importante novità riguardano le società che ospitano le stesse tappe. L’AIBVC è vicina alle realtà che ospiteranno le varie giornate di gara, infatti l’Associazione sovvenzionerà i promoter, sostenendo con loro le spese organizzative. Inoltre per tutta la stagione ogni singola società potrà organizzare tornei di livello 1-2-3.

Leggi la news sul sito Asi

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli