Aids, Simit: Hiv non trasmittibile se viremia sotto controllo

Mpd

Roma, 12 nov. (askanews) - Tra scienza, cronaca e futuro per capire come cambia nella pratica l'approccio all'HIV. Si è tenuta presso l'Auditorium del Ministero della Salute,la Consensus Conference sui risultati degli studi U=U che hanno dimostrato in maniera inequivocabile che l'HIV non viene trasmesso all'interno di coppie in cui un partner è HIV positivo e uno HIV negativo se la viremia del partner HIV positivo non è più determinabile nel sangue, grazie alla corretta assunzione di una efficace terapia antiretrovirale.

"Si tratta di un'evidenza rivoluzionaria, poiché permette alle coppie di avere rapporti sessuali senza utilizzare il preservativo e alle persone HIV positive di alleggerire il peso sociale dell'infezione - sottolinea Antonella D'Arminio Monforte, Professore Ordinario di Malattie Infettive all'Università di Milano e Direttore Struttura Complessa di Malattie Infettive, ASST Santi Paolo e Carlo - infine può contribuire a contrastare lo stigma nei loro confronti, ancora oggi molto forte. La non trasmissibilità per via sessuale dell'infezione da HIV da parte delle persone la cui viremia sia sotto la soglia della determinabilità è stata definita con la sigla U=U, letteralmente undetectable=untransmittable, cioè non rilevabile=non trasmissibile. L'evidenza scientifica su U=U non è ancora completamente passata né tra le persone che vivono con HIV/AIDS, né tra la popolazione generale, dalla quale è ampliamente ignorata. Qualche riluttanza, dovuta soprattutto a carente informazione, è ancora presente anche in ambito medico".

La Società di Malattie Infettive e Tropicali (Simit) e la Italian Conference on Aids and antiviral Research (ICAR), insieme alle associazioni di pazienti e della società civile impegnate nelle tematiche HIV/AIDS, hanno promosso la Consensus Conference per declinare, con la comunità dei medici e dei pazienti, che cosa si intenda, nella pratica, con l'espressione "U=U", quale ne sia la portata, come debba essere mantenuto e protetto e quanto ciò implichi in Italia.

(Segue)