Aifa, a neopresidente Mantoan gli auguri di Fnomceo -2-

Cro-Mpd

Roma, 17 ott. (askanews) - "In particolare, andrebbe sanata un'anomalia tutta italiana, secondo la quale oggi la prescrizione dei farmaci innovativi, ad esempio quelli per il diabete, per la broncopneumopatia cronica ostruttiva, o i nuovi anticoagulanti, è limitata per legge ad alcuni specialisti - continua Anelli -. Parliamo di farmaci efficaci, sicuri, che sono ormai in commercio anche da dieci anni, tanto che stanno per perdere o hanno perso il brevetto, e che hanno dimostrato nel tempo di avere minori effetti collaterali rispetto ai medicinali di prima generazione. Noi chiediamo che la loro prescrizione sia aperta a tutti i medici, agli specialisti di qualsiasi branca e ai medici di Medicina Generale. Questo significherebbe una maggior accessibilità alle cure più appropriate per tutti i cittadini, con risparmi in termini di ospedalizzazioni e terapia degli eventi avversi".