Aifa: novità su booster e adolescenti

·1 minuto per la lettura
Pfizer
Pfizer

Via libera da parte dell’Aifa alla terza dose di vaccino anti Covid per i ragazzi compresi nella fascia tra i 12 e i 15 anni. A dare il proprio parere favorevole è stata la Commissione tecnico-scientifica dell’Agenzia italiana del farmaco, che si è riunita, su richiesta del ministero dell Salute, in una seduta straordinaria per discutere sull’argomento.

Aifa: terza dose effettuata con Pfizer

Come stabilito già per la fascia anagrafica compresa tra i 16 e i 17 anni e per i soggetti fragili di 12-15 anni, il booster dovrà essere effettuato con Pfizer. Un criterio “ragionevole” per l’Aifa quello della somministrazione almeno 4 mesi dopo la vaccinazione cosiddetta “primaria”. Una misura utilizzata anche per gli adulti.

Aifa, terza dose: dati in monitoraggio

L’Aifa ha sottolineato che, così come per gli altri casi, sarà effettuato un costante monitoraggio anche circa l’efficacia e la sicurezza relativa a questa nuova misura. Si ribadisce, inoltre, come il fine principale sia completare la vaccinazione primaria per l’intera fascia di popolazione eleggibile.

Aifa, terza dose: contagi tra i bambini in aumento

Prosegue l’ascesa di contagi, in aumento anche tra i minori. Gli ospedali pediatrici d’Italia iniziano ad avvertire la pressione visto l’aumento dei posti letto Covid per i pazienti di età compresa tra i 0 e i 17 anni. In data 5 gennaio i nuovi positivi sono 189.109, mentre i nuovi decessi sono pari a 231.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli