Aifa precisa: "AstraZeneca ok anche per gli over 55 senza fattori rischio"

·1 minuto per la lettura

AGI – Il vaccino di AstraZeneca può essere utilizzato anche nelle persone di età superiore ai 55 anni, purchè non presentino fattori di rischio, in quanto il rapporto rischi/benefici è comunque favorevole. Lo precisa l'Aifa in un passaggio del parere della Commissione tecnico scientifica che sabato scorso ha dato il via libera al farmaco, aggiunto ieri dopo una nuova riunione della Cts.

“In attesa di acquisire ulteriori dati, anche dagli studi attualmente in corso – si legge nel documento - al momento per il vaccino AstraZeneca si suggerisce un utilizzo preferenziale nelle popolazioni per le quali sono disponibili evidenze maggiormente solide, e cioè soggetti giovani tra i 18 e 55 anni. Si ribadisce tuttavia che, sulla base dei risultati di immunogenicità e dei dati di sicurezza, il rapporto beneficio/rischio di tale vaccino risulta favorevole anche nei soggetti di età più avanzata che non presentino specifici fattori di rischio”. 

In ogni caso, sottolinea l'Aifa, per i soggetti più a rischio sono preferibili i vaccini a mRna, ossia quelli di Pfizer e Moderna: "In virtù della maggiore robustezza delle evidenze di efficacia - si sottolinea - si suggerisce un utilizzo preferenziale dei vaccini a RNA messaggero nei soggetti anziani e/o a più alto rischio di sviluppare una malattia grave. Per la definizione di specifiche categorie di rischio si rimanda a quanto previsto dal piano strategico per la vaccinazione anti Sars COV2/Covid-19 del Ministero della Salute".