Aifa ritira Farmaco anti-ulcera: 5 lotti interessati

Aifa ritira Farmaco anti-ulcera: 5 lotti interessati

L’Agenzia Italiana del farmaco ha disposto il ritiro immediato (con conseguente divieto di commercio) dell’Omeprazolo, farmaco anti ulcera e anti reflusso. Un problema chimico presente in uno dei farmaci più commercializzati ha spinto l’Aifa optare per il divieto di vendita. Come confermato dall’Agenzia italiana del farmaco, sono ben cinque i lotti interessati. E’ stata la stessa azienda produttrice, la Sandoz, a segnalare la presenza di precipitato in talune confezioni del medicinale. Nonostante la decisione del ritiro immediato, Aifa ha voluto rassicurare dichiarando che il ritiro non deve destare alcuna preoccupazione.

I lotti interessati dalla decisione dell’Aifa

I lotti interessati dal provvedimento di richiamo sono cinque: HX7523 con scadenza 10-2019, JC5162 con scadenza 10-2019, JC5166 con scadenza 11-2019, JU1484 con scadenza 1-2021 e in ultimo JU1485 con scadenza 1-2021. Come la prassi evidenzia, in casi analoghi è richiesto l’intervento del Nucleo Carabinieri AIFA del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, il quale è stato informato ed invitato a adottare le misure che risulteranno essere necessarie al fine di accertare il ritiro del farmaco da parte della casa produttrice, salvaguardando la tutela dei singoli pazienti. Da un punto di vista prettamente medico, l’Omeprazolo appartiene alla classe dei farmaci detti “inibitori della pompa protonica”. La sua azione, come affermato dal personale competente, concerne la regolamentazione della produzione di succhi acidi nello stomaco. Ed è proprio per la suddetta ragione che il predetto farmaco vine prescritto per alleviare i disturbi derivanti dall’eccessiva produzione di acidi da parte dell’apparato gastrico come ulcere e reflusso gastro-esofageo.