"Ailo", Fabio Volo fa da guida alla scoperta della Lapponia

Roma 6 sett. (askanews) - I protagonisti sono un cucciolo di renna e i meravigliosi paesaggi della Lapponia e ad accompagnare questo viaggio incredibile dentro la natura c'è la voce di Fabio Volo in "AILO - Un'Avventura tra i Ghiacci", il film di Guillaume Maidatchevskye nei cinema dal 14 novembre. Le immagini sono state raccolte in sedici mesi durante le quattro stagioni e mostrano la crescita di Ailo, una piccola renna che imparerà ad affrontare i pericoli e a superare grandi sfide.

Volo è stato conquistato da questo film. "La natura, le immagini, la Lapponia, gli animali, il fatto che comunque sia un ambiente totalmente non toccato dall'essere umano, e quindi fa un quadro

Sono tutti animali affascinanti, la cosa che mi ha fatto anche riflettere è che non esiste il buono e il cattivo. Mentre in questa storia guardiamo la storia di Ailo e quando arriva il lupo o l'orso diciamo 'quello è il cattivo', però poi in realtà non sono cattivi. Il fatto che comunque la natura esca dal giudizio è affascinante".

Un film che ha anche un forte messaggio ambientalista. "Io dico sempre: il primo atto ecologico si fa al supermercato, si fa in quanto consumatore, quindi quando vado al supermercato cerco di capire il packaging, quello che sto mangiando. Credo veramente che il grande impatto sul cambiamento, nella relazione tra l'uomo e la natura, sia rimettere in contatto l'uomo con la natura. Quando l'uomo è esposto alla natura e viene immerso nella natura, riceve dalla natura una grammatica comportamentale che è ecologica di per sé".