Al Bano: "Sono stato ricattato dagli hacker ma ho detto no. I bitcoin neanche li conosco"

·2 minuto per la lettura
- (Photo: Sergione Infuso - Corbis via Corbis via Getty Images)
- (Photo: Sergione Infuso - Corbis via Corbis via Getty Images)

“Ho detto no agli hacker. I bitcoin non li conosco. A 79 anni ciò che non è di mia conoscenza lo lascio agli altri”. Così Al Bano Carrisi si racconta sulle pagine del quotidiano La Stampa, vittima di un tentativo di furto dopo il cyberattacco alla Siae. Alla Società Italiana degli Autori ed Editori, nelle scorse settimane, sono stati rubati circa 60 gigabyte di dati degli iscritti e diffusi nel dark web.

Il cantante, che attualmente partecipa come concorrente-ballerino al programma Ballando con le stelle su Rai Uno, racconta la sua disavventura con gli hacker:

“Questi hacker non ci beccheranno niente dalla loro impresa contro la Siae [...] Prima mi hanno mandato mail chiedendomi gli estremi della carta, perché c’erano stati dei problemi con i miei dati Siae. Io non ho risposto. Due volte mi hanno telefonato ma ero in situazioni nelle quali non potevo parlare, non avevo nemmeno capito di cosa si trattasse, e ho detto di chiamarmi il giorno dopo. Poi mi hanno lasciato un messaggio. Quando ho capito, non si sono più fatti vivi. Bisogna stare attenti ormai, da Assange in poi va così”.

Una disavventura simile ha coinvolto Samuele Bersani, a cui gli hacker hanno chiesto 10 mila euro in Bitcoin per non pubblicare sul darkweb l’Iban e il numero di telefono. A chi ricorda ad Al Bano che i suoi dati Siae sono diventati pubblici, lui replica:

“Beh vedranno quanto guadagno, e i soldi che vanno allo Stato, il 40 per cento. Rubano a me, ma anche allo Stato italiano [...] Intanto, chiedono di pagare proprio nel momento in cui sono due anni che non lavoriamo per colpa del Covid” [...] Possibile che costoro non capiscano che è con il lavoro e non con il malaffare che si va avanti? Meno male che sto costruendo la quinta cantina, per cinque milioni di bottiglie l’anno, di fianco a casa a Cellino”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli