Al cinema “Il gioco del destino e della fantasia” di Hamaguchi

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 26 ago. (askanews) - Tre storie che parlano d'amore, di desiderio, di coincidenze. Esce oggi in 36 sale, distribuito dalla Tucker Film, "Il gioco del destino e della fantasia" (Wheel of Fortune and Fantasy) di Hamaguchi Ryusuke, incoronato a Berlino con l'Orso d'Argento. Nome forte, fortissimo, del nuovo cinema giapponese, Hamaguchi ha vinto - a distanza ravvicinata - anche il premio per la miglior sceneggiatura a Cannes con Drive My Car.

E sarà sempre la Tucker Film, reduce dal successo della monografia su Wong Kar Wai, a portare in sala "Drive My Car": l'uscita è programmata per il 23 settembre. Due titoli di Hamaguchi in meno di un mese, dunque, a testimoniare la scommessa su un giovane autore che ha già lasciato un segno profondo nel cinema contemporaneo.

"Il gioco del destino e della fantasia" indaga sulla rotta di collisione tra cuore e sorte. Un tema per cui Hamaguchi elabora tre variazioni narrative, dettando il ritmo attraverso i dialoghi (Hamaguchi firma anche lo script) e disegnando quattro intensi personaggi femminili alle prese con i propri sentimenti, con la propria immaginazione e con l'imprevedibile geometria delle coincidenze e delle casualità. Cosa succede quando il caso comincia a muovere le sue pedine? Quanto può influire sulla nostra vita un semplice imprevisto? Questo il filo rosso che mette in connessione i tre capitoli (Magia, Porta spalancata, Ancora una volta) e le anime delle quattro donne (Meiko, Nao, Natsuko, Nana), questo il motore di un grande film dove Tokyo, pur mantenendo la propria essenza giapponese, diventa teatro di emozioni universali.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli