Al Colosseo chiede l'elemosina con una finta "gobba", denunciata

Red/Sav

Roma, 2 nov. (askanews) - Una donna di 45 anni di nazionalità bosniaca è stata denunciata a Roma da una pattuglia della Polizia Locale - I Gruppo "ex Trevi" perchè chiedeva l'elemosina, con fare insistente, mostrando delle finte deformità alla schiena.

La signora, fermata per un controllo, era piegata in avanti su un bastone, con il viso coperto da una sciarpa e con le mani tremanti: gli agenti, notando dei gesti che smascheravano il finto tremore, hanno capito la messinscena. Alla donna sono iniziati a cadere tutti i vari stracci e panni utilizzati per inscenare la finta gobba, appositamente usata per destare pietà alle persone a cui chiedeva l'elemosina.

A questo punto è stata accompagnata presso gli uffici di via della Greca, dove è stata denunciata per attività di accattonaggio avvenuta con mezzi fraudolenti e simulando deformità. Il materiale usato per la finta gobba è stato posto sotto sequestro.