Al "Ferrara Balloons Festival" mongolfiere e sport nuovi: baskin

Red/Cro/Bla

Roma, 9 set. (askanews) - Prosegue fino a domenica 15 settembre (con ingresso gratuito fino a venerdì 13) il "Ferrara Balloons Festival", la più importante manifestazione italiana sulle mongolfiere.

E se gli aerostati - a forma di lampadina e in versione special shapes - sono il fulcro dell'evento, un ruolo di coprotagonista lo riveste lo sport (e non solo da questa edizione, la quindicesima), inteso soprattutto nella sua funzione educativa e di integrazione sociale.

Ad esempio, nel programma di domani (martedì 10, ndr), dalle 17 alle 19.30 l'Asd Niagara 4 Torri Volley Ferrara attende i visitatori con prove di pallavolo e minivolley, mentre a partire dalle 18 iniziano le attività della Scuola Basket Ferrara.

La stessa che, in occasione dell'inaugurazione del Festival, ha fatto conoscere al pubblico il baskin, promuovendo l'amichevole tra la SBF Baskin Team e il Team Baskin Fadigati di Cremona, la prima squadra italiana a lanciare questa disciplina sul suolo nazionale.

Ma che cos'è il baskin? L'ispirazione di questo nuovo sport viene dal basket, ma con l'apporto di caratteristiche particolari e innovative. L'obiettivo è quello di permettere a normodotati e disabili di giocare nella stessa squadra (composta sia da ragazzi che da ragazze). Possono partecipare attivamente persone con qualsiasi tipo di disabilità (fisica e/o mentale) che riescano a tirare a canestro. A governare il gioco è un regolamento che, in dieci punti, gli conferisce un'impronta molto dinamica e imprevedibile. Le dieci regole valorizzano il contributo di ogni componente della squadra, responsabilizzando tutti allo stesso modo e facendo capire quanto siano decisivi la coesione e il lavoro di gruppo. Un vero e proprio laboratorio sociale, insomma, per superare la cifra "assistenziale" di cui troppo spesso peccano le proposte di attività fisiche per disabili.