Al giudice il 29enne ha detto di non avere una “spiegazione ragionevole” di ciò che aveva fatto

·2 minuto per la lettura
Un'immagine che evoca il fatto
Un'immagine che evoca il fatto

Ubriaco, si era intestardito per una svastica tatuata sul testicolo, ad essere crudeli esattamente il posto dove le svastiche dovrebbero stare: per quel gesto ebbro ma decisamente fuori luogo ed illegale un militare austriaco è stato condannato a 19 mesi di carcere. E il termine fuori luogo è un eufemismo. Ad ogni modo il tribunale di Klagenfurt, riportano le agenzie internazionali e in particolare il Daily Mail, ha condannato un militare di 29 anni dopo che aveva mostrato quel “capolavoro” on line e che aveva fatto vedere il tatuaggio ad alcuni suoi commilitoni.

Svastica tatuata sul testicolo: condannato per apologia del nazismo

Il reato contestato al militare è di apologia del nazismo, che in Austria è racchiuso in un corpus specifico di leggi ad hoc, dati i natali del fondatore dell’ideologia responsabile dell’Olocausto. Erano perciò partite le indagini e si era scoperto che il 29enne, oltre a quel gesto estemporaneo quanto poco intelligente e figlio di una sbornia, aveva assunto anche atteggiamenti che richiamavano al nazismo, cosa deprecabile e illegale per tutti, impensabile per un militare che ha giurato ad una bandiera repubblicana. Un suo collega negli Usa aveva avuto sorte anche peggiore, dato che nel nome del nazismo progettava addirittura attentati, non manipolazioni estetiche.

Svastica tatuata sul testicolo: militare austriaco condannato ammette la sua deprecabile condotta

E nel corso delle perquisizioni a suo carico era spuntata anche un’arma detenuta illegalmente, elemento questo che unito agli altri elementi di prova a carico, non ha certo giovato al favor dei giudici. Giudici che tra l’altro hanno dovuto anche visionare il materiale fotografico con la “prova regina” del crimine. Il soldato ha comunque dato una spiegazione quanto meno onesta del suo gesto e secondo quanto riportato dai media avrebbe laconicamente ammesso: “Non posso fornire una spiegazione ragionevole per ciò che ho fatto”.

Svastica tatuata sul testicolo: militare condannato ma il suo legale farà appello

Il militare si è reso evidentemente conto di essere stato il posto dove ha deciso di farsi tatuare la croce uncinata e di più non ha saputo dire. E nella sua veste di fan di Hitler, fan sfegatato, a contare dove ha indicato che dovessero puntare gli aghi del tatuatore, è comparso nell’aula di giustizia militare. Poi, forse nel tentativo di alleggerire la propria posizione, ha affermato che il tatuaggio non sarebbe più visibile. Nessuno si azzardi a chiedere cosa significhi, scoprirlo è materia di giustizia e per fortuna non siamo in possesso di foto col il “corpo del reato”. Il legale ha comunque preannunciato ricorso in appello per il suo assistito, che aveva precedenti penali per aggressione.