Al meeting a Budapest presente anche il premier polacco Morawiecki.

·2 minuto per la lettura
Salvini incontra Orban
Salvini incontra Orban

Il leader della Lega, Matteo Salvini, è volato in Ungheria, a Budapest, per incontrare il premier ungherese Viktor Orban e il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki. L’incontro è stato definito dallo stesso capo del centrodestra come costruttivo: “Non siamo qui per smontare o attaccare ma per costruire qualcosa di longevo. Questa giornata rimarrà storica”. “Abbiamo parlato di temi – ha aggiunto – che secondo i media ci dividono e invece ci uniscono. Noi chiediamo più Europa in termini di difesa dei confini e della vita”. Il meeting avrebbe avuto dunque un fine riappacificatore tra i leader, dopo che negli ultimi mesi i rapporti sembravano essersi corrosi.

Salvini incontro Orban in Ungheria

Stando quanto riferito da Salvini, alla base dell’incontro vi sarebbe la volontà di creare un’allenaza strutturale tra la Lega e i partiti di Orban e Morawiecki, un vero e proprio “nucleo storico e alternativo” da frapporre alla “sinistra che mette in discussione le radici dell’Ue. “Non ci accontentiamo – ha aggiunto il leader del Carroccio – di essere quarti, secondi, noi puntiamo ad essere i primi come rappresentanza in Europa”.

L’Europa dunque sarebbe fortemente da modificare e andrebbe riscritta senza “l’arma del ricatto” della quale la stessa si sarebbe avvalsa negli ultimi anni per Salvini. “Noi sogniamo un’Europa che fa poche cose in comune ma bene. Con Rinascimento europeo siamo protagonisti di un cambiamento positivo, rimettiamo al centro il diritto alla vita, al lavoro e alla libertà”.

Orban: “Salvini ha fermato i migranti”

Nel corso della conferenza stampa a margine dell’incontro, anche Orban ha rilasciato delle dichiarazioni che inevocabilmente mostrano la stima che lo stesso prova nei confronti di Matteo Salvini. “Non è un segreto che chiamiamo Salvini nostro eroe, perché quando qualcuno diceva che era impossibile fermare l’immigrazione clandestina, da ministro ha saputo arrestare l’immigrazione. Siamo grati per quello che ha fatto Salvini. E l’abbiamo sempre apprezzato”.