Al Sinodo una voce critica sui viri probati: frena missionari

Ska

Città del Vaticano, 9 ott. (askanews) - Al Sinodo sull'Amazzonia si è parlato questo pomeriggio della difficoltà di vocazioni sacerdotali e religiose e ci si è soffermati sulla via dei viri probati: essa, ha affermato un padre sinodale intervenuto a quanto riportato dalla sala stampa vaticana, verrebbe a depotenziare la spinta dei sacerdoti ad uscire da un continente all'altro ed anche una diocesi all'altra. Il sacerdote, infatti, non è "della comunità", ma "della Chiesa" e, in quanto tale, può essere "per qualunque comunità".

Un altro intervento ha sottolineato che non servono tanto ministeri del sacro, ma diaconie della fede. Ribadita poi la necessità di una formazione maggiore e migliore per i presbiteri, così come richiamata una valorizzazione, lontana dal clericalismo, delle responsabilità dei laici.