Al via 'Game of Talents', il nuovo show con Alessandro Borghese, Mara Maionchi e Frank Matano

·4 minuto per la lettura

Alessandro Borghese sveste i panni dello chef per indossare quelli inediti del conduttore a tutto tondo, diventando il mattatore di un format che sbarca per la prima volta in Italia dopo aver esordito in Spagna nel 2019 e aver girato il mondo. Al suo fianco, Mara Maionchi e Frank Matano, una coppia consolidata dietro il tavolo di Italia’s Got Talent, capace di cogliere e valorizzare il talento in ogni sua forma. E’ il cast di Game of Talents, il nuovo prime time show di TV8 in cui si fondono il guessing game e il ‘talent’, in un crescendo di tensione e divertimento. Sei puntate prodotte da Fremantle in prima tv assoluta, al via da domani, ogni martedì in prima serata su TV8.

“Mi sono divertito molto, grazie a Mara e a Frank. In trasmissione abbiamo il menu dei talenti e il plateau delle sfere, piccoli ‘ricordi gastronomici’”, afferma Borghese cercando un qualche appiglio della sua nuova conduzione alla sua vera professione di cuoco. Subito dopo parla di Mara Maionchi e di Frank Matano, che nello show vestono i panni dei capitani delle due squadre in sfida: “Sia Mara che Frank sono super competitivi e difficili da gestire. Si stuzzicano a vicenda, divertendosi e divertendo il pubblico, mentre cercano di aiutare i concorrenti”, che si sfidano a indovinare, prima che si esibiscano sul palco, le doti di dieci ‘talenti nascosti’, ovvero di dieci misteriosi quanto straordinari performer. Ad ogni risposta esatta la squadra di mano guadagnerà una somma in denaro che andrà a formare un personale montepremi. Ad ogni risposta sbagliata, invece, la somma andrà nel montepremi dell’avversario.

“Ci vuole coraggio per passare dalle trasmissioni di cucina a questo talent – prosegue Borghese - ma ho una squadra, oltre a Mara e a Frank che mi hanno accompagnato in questa avventura, mi sono divertito e in futuro ne potremmo affrontare altre. La gente ha voglia di leggerezza e di condividere un prodotto come questo con tutto il nucleo familiare. Oggi abbiamo bisogno di divertirci. E facendo questo lavoro, così come quello di cuoco, grazie anche alla mia famiglia, riesco a mantenermi in forma”.

“Mi sono divertita e Frank mi ha aiutato”, dichiara Mara Maionchi ammettendo che “all’inizio non ne azzeccavo una. Non credevo – ironizza - che Alessandro fosse così bravo. E il gioco è bellissimo, più lo fai più ti appassiona, c’è sempre qualcosa che ti cattura. Il talent – aggiunge - è un tipo di programmi che non mi annoia, a cui partecipo con grande voglia di capire. E poi, sostenere gli altri mi fa molto piacere. Un mio personale talento? Non saprei, ma forse farei il milionario. In ogni caso, fra concorrente o giudice, preferirei fare il concorrente, non avrei responsabilità”.

“Io e Mara siamo come compagni di scuola in gita oppure studenti seduti all’ultimo banco - afferma Frank Matano - Ci siamo divertiti tanto insieme e Alessandro mi ha cucinato una pasta e patate alla partenopea che non potete immaginare. Il talento di Mara? Forse è quello di riuscire a vedere attraverso le sfere, e probabilmente ci ha visti anche nudi. Mi tengo in forma facendo le scale più volte al giorno – aggiunge - dato che devo tornare a casa spesso per prendere le cose che mi dimentico. Ma il talento che davvero mi piacerebbe possedere sono le papille gustative di Alessandro, che mentre cucina assaggia e ha la capacità di sentire le cose. E infine il suo look, così avanti: Alessandro nudo è il cibo, vestito è l’impiattamento”.

“E’ il primo programma di questo tipo per Alessandro - afferma Antonella d’Errico, Evp Programming Sky - Il suo è il volto più amato e abbiamo deciso di lanciare questo nuovo show su un canale come TV8 che è molto focalizzato sull’entertainment e che ha un vasto pubblico giovanile. Mara e Frank sono volti amatissimi di Sky, metterli insieme, ciascuno con le sue proprie particolarità, fa scattare a casa un meccanismo di grande partecipazione verso uno spettacolo frutto del lavoro di tanti professionisti e professionalità”.

“Iniziamo col botto - dice con entusiasmo Daniele Ottier, senior director Fta - con uno show di intrattenimento identitario per il canale. Matano e Maionchi sono due talenti e due volti del canale, amici, ma ognuno fa il tifo per il proprio concorrente e da qui nascono momenti davvero molto divertenti”. “Il format è un successo in altri paesi e siamo contenti che Alessandro sia uscito dalla sua comfort zone nei ristoranti per accettare questa conduzione”, afferma Gabriele Immirzi, Ceo Fremantle. Mentre da parte sua, lo chief Content Officer Fremantle Eugenio Bonacci sottolinea che, anche se la serata è difficile, Game of Talents è il programma giusto per Tv8, 2 ore nelle quali due concorrenti si sfideranno fra molte sorprese, con un montepremi che la stessa Mara, appassionata com’è, sembrava volesse vincere”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli