Al via il Barilla pasta world championship 2019 -2-

Red/Apa

Roma, 9 ott. (askanews) - Solo i 3 migliori potranno accedere al "The Gran Finale", il Gran Finale che decreterà il vincitore dell'edizione 2019. Gli chef saranno invitati a reinterpretare il Capolavoro della loro prima sfida, aggiungendo un tocco inaspettato. Al termine di questa prova, nella serata di venerdì 11 ottobre, la giuria eleggerà l'ottavo Master of Pasta.

La giuria del Barilla Pasta World Championship 2019 comprende cinque illustri nomi che valuteranno la capacità dei concorrenti di sublimare qualcosa di semplice e essenziale come la pasta in un'opera d'arte. Tre chef del calibro degli italiani Davide Oldani e Simone Zanoni e della francese Amandine Chaignot giudicheranno all'assaggio tecnica e creatività degli chef. Mentre valuteranno estetica e mise en place la fotografa e content creator Ashley Alexander, e l'architetto e designer Paola Navone.

In Francia, terzo mercato per volumi della pasta italiana, il consumo di spaghetti è raddoppiato rispetto a 25 anni fa fino a toccare gli 8 kg procapite. Oltralpe la pasta piace perché è un alimento facile da preparare, economico e salutare e nutriente, soprattutto per i giovani Millennials, che la portano in tavola fino a 3 volte a settimana: tanto che 8 giovani francesi su 10 affermano di saperla cuocere perfettamente al dente e non esitano a provare ricette più elaborate e innovative. Un motivo in più per guardare al Barilla Pasta World Championship con interesse.