Al via il progetto Škoda per il secondo ciclo di vita delle batterie

·1 minuto per la lettura

Škoda ha avviato un sistema intelligente di stoccaggio dell'energia che sfrutta il secondo ciclo di vita delle batterie dei veicoli elettrificati per ridurre la loro l'impronta di CO2. Dopo il successo del progetto pilota avviato a Praga, gli innovativi accumulatori di energia sono ora disponibili presso i concessionari Škoda. Sviluppato in collaborazione con l'azienda tecnologica boema IBG Česko, il sistema può contenere fino a 20 batterie dei modelli plug-in hybrid, immagazzina elettricità prodotta in modo sostenibile e ha una capacità totale fino a 328 kWh, che può essere utilizzata per alimentare stazioni di ricarica rapida con una potenza massima erogata fino a 150 kW. Il dispositivo permette una ricarica più rapida e flessibile delle auto elettriche e consente inoltre ai concessionari di utilizzare l'elettricità immagazzinata per l'illuminazione e l'aria condizionata nei loro showroom e officine.

A oggi Škoda ha già ricevuto 160 preordini da partner in Repubblica Ceca, Germania, Paesi Bassi e Slovacchia. Nei prossimi anni, Škoda prevede di costruire più di 4.000 unità.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli