Al via Italia a 5 stelle, volantini per rivendicare "verità" M5s

Luc

Roma, 20 ott. (askanews) - È iniziata a Roma la quinta edizione di Italia a 5 stelle, la prima da quando i pentastellati sono al governo. In un Circo Massimo occupato solo per metà dall'evento, sotto un sole estivo, stanno pian piano arrivando dalle diverse regioni attivisti ed eletti. Sotto i 5 padiglioni tematici, dove dagli schermi passano le immagini della storia del Movimento, ci sono diversi banchetti dove i volontari distribuiscono migliaia di volantini che rivendicano "i successi" M5S al governo nazionale e nelle regioni.

A ogni regione è dedicato un capitolo che però evita di toccare le questioni spinose per il movimento. Lampante l'esempio della Puglia dove il Tap (che M5s aveva promesso in campagna elettorale di bloccare e invece non potrà farlo) ha lacerato il movimento. Nel volantino si rivendica di aver "reso il bilancio della Puglia semplice e trasparente". "Altra grande vittoria del Movimento 5 Stelle Puglia: l'approvazione della legge di prevenzione e contrasto di bullismo e cyberbullismo", si legge ancora. Si vedrà se all'agora sulla regione Puglia la questione del Tap verrà affrontata.

Il tema del contrasto alle grandi opere, altro cavallo di battaglia del M5s, viene eluso anche nel capitolo Piemonte dove non c'è alcun accenno alla Tav.

Corposo anche il libretto di sei pagine sul "contratto di governo: tutte le cose già fatte". All'interno un elenco di cose, la maggior parte delle quali (dal reddito di cittadinanza e la flat tax alla riforma della Fornero) sono dentro la legge di bilancio su cui il governo M5s e Lega si stanno ancora scontrando. Al capitolo sud ancora una volta si tace sulla Tap. Nessun accenno al condono che da una settimana fa litigare Di Maio e Salvini. Si rivendica anche la legge spazzacorrotti ("Il Cdm l'ha approvata" si sottolinea) ma il testo è ancora in prima lettura alla Camera. "In soli 5 mesi... questa è la verità!", si chiude il libretto.

Sotto i padiglioni dove alle 15 è atteso Davide Casaleggio da programma ci sono anche due bancomat per donare al Movimento. Alle 18 inizieranno gli interventi dal palco centrale. Tra i big Luigi Di Maio e Roberto Fico.