Al via in Sardegna l’Hackathon Camp 2022 sullo sviluppo rurale

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 5 set. (askanews) - Sostenibilità, innovazione, cooperazione e territorio i temi del più grande evento di formazione e confronto dedicato allo sviluppo rurale: prende il via oggi in Sardegna l'Hackathon Camp 2022, il più grande hackathon agricolo d'Italia, promosso dal ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, organizzato dalla Rete rurale nazionale con il Crea Politiche e Bioeconomia, in collaborazione con la Regione Sardegna e i partner (Regioni, università, imprese agricole, associazioni). Quattro giorni (fino all'8 settembre) di formazione, confronto, elaborazione e condivisione di conoscenze, esperienze e buone pratiche tra chi si occupa di sviluppo rurale. Non a caso il territorio scelto per l'evento di quest'anno è la Nurra (zona della Sardegna Nord Occidentale), caratterizzato da un'importante storia e vocazione agricola e da numerose esperienze di efficace utilizzo dei finanziamenti PSR.

Il progetto, che coinvolge 46 studenti, 24 Università e 11 Regioni, oltre agli imprenditori agricoli e ai professionisti di vari settori, ha lo scopo di favorire l'acquisizione di competenze chiave e sperimentare nuovi strumenti didattici che permettano ai giovani di lavorare insieme alle Istituzioni e alle Università sui problemi concreti delle aziende, sviluppando la capacità di problem solving e l'orientamento all'innovazione.