Al via scuola Servizio civico. Rutelli: 130 prof per 60 studenti

Pol/Arc

Roma, 18 giu. (askanews) - Francesco Rutelli ha annunciato la partenza della Scuola di Servizio civico. Lo ha fatto con una conferenza stampa itinerante, un sopralluogo nell'area della Stazione Tiburtina e della Centralit Tiburtina-Pietralata, per mostrare una delle tante zone che rappresentano la complessit della citt di Roma, fra innovazione, progetti bloccati, problematiche urbanistiche e sociali e opportunit da sfruttare.

Un sopralluogo per i giornalisti, guidato da architetti e urbanisti come Claudio Rosi, segretario generale della Scuola, Paolo Urbani, Susanna Tradati e Daniel Modigliani. Un esempio pratico di quella che sar la Scuola e di alcune delle sua innovative modalit di insegnamento, fra cui appunto i sopralluoghi sul campo. "Io non ho e non avr una funzione politica: l'ho avuta. Lo scopo formativo", ha precisato Rutelli.

Selezionati i primi cinquanta studenti, tutti di alto livello, con una maggioranza percentuale di donne, et media 30 anni e forti motivazioni, "a grande richiesta", si apre una nuova finestra per selezionare altri 10 partecipanti. Le domande si potranno presentare fino al 5 luglio.

Per il corpo docente, 130 personalit accademiche e del mondo della cultura, dell'impresa, dell'amministrazione pubblica, che, arricchite anche dall'esperienza dell'insegnamento a distanza di questi ultimi mesi, stanno valutando i migliori metodi didattici da mettere in campo in quella che sar la prima scuola del dopo-Covid. Fra distanza e presenza, non si tratter solo di lezioni frontali, ma anche di sopralluoghi e legal clinics, per formare sul campo dei servitori civici che siano in grado "di affrontare la complessit, con un approccio integrato che non guardi solo uno spicchio della realt". Le lezioni cominceranno nella seconda met di settembre e andranno avanti fino a marzo, divise in due trimestri, abbracciando 10 aree tematiche.

Fra le personalit che saliranno in cattedra, Sabino Cassese, Paola Severino, Renzo Arbore, che terr una conferenza sulla cultura popolare a Roma, gli architetti Carlo Ratti e Susanna Tradati, Giuseppe Busia (segretario generale dell'Autorit per il garante per la privacy), Riccardo Capecchi (ex segretario generale Agcom), Angelo Piazza (ex ministro della Funzione pubblica), Stefano Cuzzilla (presidente Federmanager). E alcuni membri del comitato scientifico e organizzatore, fra cui Antonella Salvatore (John Cabot University), l'urbanista Paolo Urbani, l'economista della Luiss Veronica de Romanis, il vicepresidente dell'Eni Fausto Bolognese (docente Unint), gli economisti Giaime Gabrielli e Antonio Preiti, il dirigente Formez PA Sergio Talamo.

La Scuola di Servizio Civico, una scuola "non politica ma formativa", come chiarisce Rutelli, vive soprattutto di finanziamenti. Ogni studente paga 450 euro di iscrizione, ma il costo per la scuola, che garantisce metodi di insegnamento totalmente innovativi, superiore di 2.500 euro per ogni allievo. Per questo, Rutelli ha lanciato la campagna "Adotta uno studente": ogni benefattore potr contribuire con 2.500 alla formazione di un futuro amministratore pubblico, formato sul campo per gestire le complessit di una grande citt.